Sanremo: il solito rituale della conferenza stampa ‘ufficiale’, poi arrivano i giovani vincitori

Sanremo: il solito rituale della conferenza stampa ‘ufficiale’, poi arrivano i giovani vincitori
Ogni giorno di Festival che San Remo manda in terra, a mezzogiorno si svolge un minuetto che prevede la partecipazione di organizzatori RAI e giornalisti. Tutti fanno la propria parte, attenendosi a una sceneggiatura non scritta; e di solito non vengono mai fuori spunti interessanti. Oggi, poi, c’erano presenti i componenti della cosiddetta ‘giuria di qualità’, della quale non si capisce il motivo dell’esistenza se non per permettere al Festival di salvarsi l’anima con un riconoscimento alla qualità. Michael Nyman è apparso spaesato, come se non capisse bene in che razza di manicomio si fosse cacciato (e infatti ha candidamente confessato: "Pensavo che si parlasse di canzoni, sento soprattutto parlare di dati d’ascolto televisivi").
La domanda che incombeva, e che è stata fatta solo alla fine, era quella sul ‘caso Avion Travel / Mingardi’. La scelta degli organizzatori è stata pilatesca: ‘Secondo il regolamento, le contestazioni vanno avanzate entro cinque ore dalla prima esecuzione di prova e vanno corredate di prove documentali, eccetera eccetera’. Come dire: ufficialmente è tutto a posto, che volete da noi? Risposta (nostra): vorremmo che qualcuno avesse la faccia di dire: ‘Ci sentiamo presi in giro da Mingardi e dagli Avion Travel, che sono stati furbi, ma non possiamo farci niente’.
Chiusa con tre quarti d’ora di ritardo, la conferenza stampa dell’organizzazione ha avuto una conclusione lapidaria: alla domanda "Se Antonella Ruggiero non potrà cantare, che ne sarà di lei?", la risposta è stata "Verrà esclusa". Giusto, ingiusto? Beh, il regolamento è il regolamento (anche se può - secondo regolamento - essere modificato in qualsiasi momento).
Detto questo, a Sanremo il problema è il solito: si sta cinque giorni tutti insieme chiusi sempre nello stesso posto, quello che succede relativamente al Festival sembra fondamentale e importantissimo, anche se è una piccolezza o una faccenduola. E’ una sindrome di Stoccolma, ci si sente prigionieri volontari di un carcere mediatico, e ormai il desiderio di tutti è che la reclusione finisca presto.
E’ poi finalmente iniziato l’incontro con Annalisa Minetti, Lisa e Luca Sepe, i tre giovani vincitori ammessi alla finale insieme ai big. Brava, svelta e franca la Minetti nel commentare le frasi dette da Aldo Busi ieri sera al Dopofestival sul suo handicap, molto abile nel gestire il rapporto con la stampa (è intervenuta anche per difendere Lisa accusata di aver presentato una canzone ‘vecchia’ per stile e sonorità). Notizie emerse? Nessuna. E chiusura del minuetto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.