Jovanotti: scontro e polemica in TV

Jovanotti: scontro e polemica in TV
Un vespaio a casa di Vespa, verrebbe da dire, giocando con le parole. Ma calembour a parte, è stato un vero litigio fuori programma, quello svoltosi in diretta ieri sera, mercoledì 9 gennaio, davanti alle telecamere di RaiUno, tra Jovanotti, Vittorio Sgarbi e il ministro della difesa Martino, ospiti della trasmissione “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa. Motivo? Le idee pacifiste del buon Lorenzo Cherubini, che ad un certo punto avrebbe manifestato troppo vivacemente i suoi ideali: “Se fossi stato Bush avrei cercato di fare di tutto per cambiare la storia e iniziare una nuova era in cui l'America non va in giro per il mondo a usare le armi...”. Pronta la reazione dei presenti in sala, che per tutta la durata della trasmissione hanno monopolizzato lo show. E a gettare paglia sul fuoco ora arrivano anche le proteste degli addetti ai lavori, che, davanti agli impegni televisivi di Jovanotti, da giorni impegnato per la promozione del suo nuovo singolo “Salvami”, chiedono maggiore attenzione. Per Michele Bonatesta, esponente di AN e della commissione di vigilanza RAI, “l'intera TV pubblica e privata si è trasformata in un'agenzia pubblicitaria del cantante”. Per Paolo Limiti e Luca Giurato, invece, i soli conduttori a non aver voluto Jovanotti come ospite della loro trasmissione, Lorenzo avrebbe scritto una canzone con “un testo troppo forte, poco adatto al nostro pubblico”. (Fonte: Il Giorno, Corriere della Sera)
Dall'archivio di Rockol - racconta il tour sulle spiagge, il "Jova Beach Party"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.