E anche quest’anno, Sanremo non vende...

E anche quest’anno, Sanremo non vende...
Il "Corriere della Sera" decreta l’insuccesso discografico del Festival di Sanremo. In prima pagina sul quotidiano milanese, anche un articolo di Aldo Grasso, critico televisivo, cha fa notare che lo "spot non funziona": «Il festival raggiunge indici d'ascolto da tv bulgara, fa terra bruciata intorno a sé costringendo i programmi delle altre reti a occuparsi della manifestazione, invade le pagine dei giornali, si eleva, nel bene e nel male, a metafora del Paese eppure... Eppure questa colossale copertura mediatica non solo dimostra di avere effetti risibili sulle vendite ma soprattutto sull'imposizione dei gusti, se si pensa al cancan suscitato dal ribaltone della giuria di qualità per far vincere gli Avion Travel. Secondo le più elementari logiche pubblicitarie, un tale dispiego di mezzi avrebbe dovuto, quanto meno, produrre esiti commerciali sostanziosi. E invece no. Segno che il festival è una singolare macchina comunicativa, un apparato che alimenta se stesso, produce autoreferenzialità (si parla addosso) e non riesce a diventare volano commerciale ed estetico. (...) A partire dalla vendita dei dischi fino ad arrivare alle elezioni politiche, l'influenza della tv non appare così automatica, scontata, diretta. E allora, dài Sanremo, sei il nostro scudo contro le insidie della globalizzazione mediale! » Nella sostanza, Gloria Pozzi fa notare che «Il primo artista in gara al festival appare solo decimo nella classifica "Nielsen-Top of the music" delle vendite degli album: Carmen Consoli con "Stato di necessità". Undicesimo, Gigi D'Alessio con "Quando la mia vita cambierà". (...) Così, anche se le due compilation festivaliere sono le raccolte più vendute con oltre 100mila copie ciascuna, in molti pensano che ci sia un grande divario tra gli ascolti tv (perfino 17 milioni di telespettatori) e vendite. (...) Se la passa meglio degli artisti che a Sanremo hanno gareggiato chi da Sanremo è stato respinto (dalla commissione selezionatrice): come Lùnapop che appaiono al dodicesimo posto nella classifica degli album e terzi in quella dei singoli. "La nostra soddisfazione è enorme, sarebbe da "pinocchio" dire il contrario - fa sapere il gruppo bolognese -. Certo che se fossimo stati ammessi a quest'ora avremmo venduto almeno 50 mila copie in più delle 150 mila che abbiamo piazzato fino ad ora. Perché il Festival, con quegli ascolti tv, è un incredibile ‘spottone’". Comunque soddisfatto il management di Gigi D'Alessio: "Sanremo si conferma grande vetrina. E’ già oltre le centomila copie originali, più tutte quelle pirata, incalcolabili". E anche quello di Irene Grandi: "Ha fatto un grande balzo avanti, dopo essere stata penalizzata dal fatto che il suo disco è stato ripubblicato con l'inserimento della canzone di Sanremo - dice Maurizio Miretti della Cgd -. Dopo il festival è entrata in classifica al 29, ora è già salita al 14 e salirà ancora. Ciò vuol dire che Sanremo la sta facendo conoscere a un nuovo pubblico. Quindi, anche se è impensabile che l'audience tv corrisponda alla realtà del mercato discografico, in Italia alquanto povero e ristretto, c'è da notare che l'album di Irene dopo il festival ha avuto un incremento di 45 mila copie"».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
25 ago
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.