Biografia

Definitosi un “non musicista”, Brian Eno nasce a Woodbridge, nel Suffolk, in Inghilterra, nel maggio del 1948. Membro fondatore dei Roxy Music, lavora con loro dal 1971 al 1973, lasciando la band dopo la promozione del secondo album FOR YOUR PLEASURE a causa delle divergenze con Brian Ferry.
Da subito inizia la carriera solista: tra il 1973 e il 1977, crea quattro album di canzoni pop influenzate dal genere elettronica: HERE COME THE WARM JETS, TAKING MOUNTAIN (BY STRATEGY), ANOTHER GREEN WORLD e BEFORE AND AFTER SCIENCE. Nello stesso periodo elabora un “sistema” di incisione su nastro chiamato “Frippertronics” che utilizza assieme a Robert Fripp nell’album FRIPP & ENO (NO PUSSYFOOTING); i due realizzano nel ’75 un secondo lavoro, EVENING STAR e poi un terzo nel 2004, dal titolo THE EQUATORIAL STARS.
Inoltre, Eno è membro dell’orchestra classica Portsmouth Sinfonia, di cui produce nel 1973 i primi album, THE PORTSMOUTH SINFONIA PLAYS THE POPULAR CLASSICS e HALLELLUJA! THE PORTSMOUTH SINFONIA LIVE AT THE ROYAL ALBERT HALL (1974).
Eno è anche il produttore di un grande numero di album di musica ambient- elettronica e di musica acustica: per esempio il primo lavoro verso questa direzione, DISCREET MUSIC del 1975, è considerato un caposaldo del genere. Sempre nello stesso anno riscrive in chiave rock l’opera di Prokofiev “Pierino e il lupo”.
Ma l’artista è anche compositore: infatti – con la Obscure Records – scrive dei lavori per artisti meno conosciuti: JESUS BLOOD NEVER FAILED ME YET (1971) di Gavin Bryars ne è un esempio. In tutto sono dieci gli album realizzati grazie alla casa discografica e essi comprendono lavori con John Adams, Michael Nyman e John Cage.
Tra il 1977 e il 1979 Eno collabora con David Bowie alla cosiddetta “Trilogia di Berlino”; tra il 1980 e il 1981con David Byrne dei Talking Heads a MY LIFE IN THE BUSH OF GHOSTS e ancora con Bowie per OUTSIDE. Un altro rapporto prolifico è quello con John Cale, già Velvet Underground, per la trilogia di album FEAR, SLOW DAZZLE e HELEN OF TROY.
Eno ritorna nel 2005 con un proprio disco, intitolato ANOTHER DAY ON EARTH, mentre nel 2006 realizza “77 millions paintings” – dal nome delle possibili combinazioni delle video slide - un programma di musica pensato appositamente per il PC.
Nel 2007, Eno scrive le musiche per l’adattamento cinematografico del libro di Irvine Welsh, “Ecstacy: three tales of chemical romance”; tra il 2007 e il 2008 lavora al nuovo disco dei Coldplay, ultima di una lunga serie di collaborazioni in ambito pop-rock (U2, James, Paul Simon...) che lo rendono uno dei nomi più apprezzati e ricercati nel campo della produzione. L’album realizzato con David Byrne EVERYTHING THAT HAPPENS WILL HAPPEN TODAY, in particolare, esce a doppio nome.
Nel 2010 Eno firma con l’etichetta Warp, per cui realizza SMALL CRAFT ON A MILK SEA, una collaborazione con Leo Abrahams e Jon Hopkins. L’anno seguente pubblica DRUMS BETWEEN THE BELL assieme al poeta Rick Holland. Nel 2012 realizza LUX, nel 2014 è la volta di due album in coppia con Karl Hyde degli Underworld che escono nel giro di due mesi: SOMEDAY WORLD in maggio, HIGH LIFE in giugno.
Nel 2016 esce THE SHIP e l'anno successivo REFLECTION, ventinovesimo album in studio del musicista britannico.
(12 dic 2017)