Biografia

Nato nel 1969 a Claremont, California, Ben Harper inizia a fare pratica sulla chitarra grazie ai suoi nonni, che gestiscono alcuni negozi di strumenti musicali. Harper si specializza nell’uso di una chitarra slide molto popolare negli anni ’30, la Weissenborn, con la quale può riflettere al meglio le sonorità blues che lo fanno apparire sin da subito come un emulo di Robert Johnson. La passione per la musica moderna è invece incarnata da nomi come Jimi Hendrix e Bob Marley, capaci di apportare intensità ed energia alla sua proposta musicale.
Dopo PLEASURE AND PAIN, autoprodotto e inciso a quattro mani con l’amico Tom Freund, il debutto WELCOME TO THE CRUEL WORLD esce nel 1993 e viene accolto con entusiasmo, soprattutto in Europa. Più elettrico il secondo FIGHT FOR YOUR MIND, del 1995, seguito quindi da THE WILL TO LIVE nel 1997. A confermare la fervida vena creativa del chitarrista californiano arriva nel 1999 BURN TO SHINE, album maggiormente aperto a materiali sonori quanto mai eterogenei, con atmosfere più intimiste. In seguito alla pubblicazione del disco, Harper si imbarca in un lungo tour, che lo porta a girare soprattutto i natii Stati Uniti, dove è relativamente poco conosciuto. Nella primavera del 2001 esce, a testimonianza della tournée, il doppio LIVE FROM MARS, diviso in un disco acustico ed uno elettrico.
Ben Harper torna alla pubblicazione di materiale di studio nel 2003 con DIAMONDS ON THE INSIDE, il suo disco più eterogeneo e di maggior succcesso: le canzoni spaziano dal reggae al funk, dal rock al cantautorale. Nel 2004 un altro centro: THERE WILL BE A LIGHT, con i Blind Boys Of Alabama, rivisita la tradizione gospel. Inciso in poco più di una settimana, guadagna due Grammy. A inizio 2005 esce LIVE AT THE APOLLO, testimonianza di un concerto con i Blind Boys tenuto nello storico teatro di Harlem.
La sua inarrestabile creatività lo porta a pubblicare un disco doppio a inizio 2006: BOTH SIDES OF THE GUN è diviso in due atti: uno elettrico/funk e uno acustico. Poco più di un anno, e Harper annuncia un nuovo disco: LIFELINE, registrato nel corso di una settimana a Parigi, esce alla fine dell'estate 2007. Nel 2009 esce invece WHITE LIES FOR DARK TIMES, che Harper incide con una nuova band, i Relentless7, seguito da un live con la stessa formazione.
Nel 2010 Ben pubblica un album con i Fistful of Mercy, supergruppo formato assieme a Dhani Harrison, figlio di George, e Joseph Arthur. Nel 2011 torna ad incidere a proprio nome: GIVE 'TILL IT'S GONE esce come disco solista, senza né Relentless 7, né Innocent Criminals. Nel 2013, dopo la raccolta BY MY SIDE, è la volta di GET UP!, realizzato assieme all’armonicista blues Charlie Musselwhite. Il progetto successivo è ancora più particolare: CHILDHOOD HOME contiene brani incentrati sulla vita famigliare ed è stato inciso con la madre Ellen.
Nel 2014 Harper riunisce gli Innocent Criminals per un tour che avviene nel 2015, e si concretizza in un nuovo album, CALL IT WHAT IT IS, nel 2016. Nel 2018 torna con Charlie Musselwhite per NO MERCY IN THIS LAND.
(28 feb 2018)