MUSIC ROADSHOW Musica e Moto, Make Life a Ride Leggi lo speciale

Biografia

Nata a Quidah, una piccola cittadina sulle coste del Benin, il 14 giugno 1960, Angelique Kidjo si dedica sin da subito alla musica cantando nella sua lingua madre, il Fon, oltre al francese e all’inglese.
Nel ‘79, dopo aver inciso i suoi primi successi personali, inizia una tournée in Costa d’Avorio, Togo, Burkina Faso e in Camerun, e proprio in quest’ultimo paese incontra il musicista e arrangiatore Brillant Ekambi, che consiglia alla Kidjo di spostarsi a Parigi, la capitale della world music.
Angelique giunge a Parigi nel 1983 e entra presto in contatto con molti musicisti famosi, come Manu Dibango, Francis Bebey, Salif Keita, Mory Kante, Wally Badarou. Con il suo primo gruppo parigino, i "Pili Pili", incide un album e partecipa al Festival Jazz di Montreaux in Svizzera. Il suo album da solista PARAKU, registrato a Parigi e uscito nel ‘90, viene ben accolto sia dalla critica che dal pubblico e la lancia come promessa tra le nuove proposte del panorama musicale franco-africano. Non soddisfatta dei successi ottenuti, Angelique Kidjo nel successivo album – LOGOZO del 1991 - prodotto dall’etichetta Istand/Mango, ospita numerosi prestigiosi artisti, tra i quali Manu Dibango e Brandford Marsalis. Nel 1997 esce FIFA, seguito l’anno dopo da OREMI.
Nel febbraio 2003 si esibisce assieme a Buddy Guy in “Voodoo child (slight return)” - cover di Jimi Hendrix – presso la Radio City Music Hall a New York City: la performance fa parte del documentario firmato da Martin Scorsese, dal titolo "Lightning in a bottle: one night in the history of the blues".
Nel maggio 2007 viene pubblicato l’ultimo lavoro DJIN DJIN, lavoro che vede la collaborazione di grossi nomi come Carlos Santana, Alicia Keys, Joss Stone, Peter Gabriel e Ziggy Marley. (23 set 2008)