Tutto su: Gino Castaldo

Gino Castaldo - Il romanzo della canzone italiana

Gino Castaldo è una delle firme storiche del giornalismo musicale italiano. Negli ultimi anni ha intrapreso, assieme al collega Ernesto Assante, un'attivitità di divulgazione storica della musica popolare, le "Lezioni di rock". E questo suo nuovo volume ne è, per molti versi, una logica prosecuzione. 

L'idea non è solo riunire i percorsi e gli artisti della canzone italiana, ma trattare il tutto appunto come una storia. Non "La" storia  nel senso accademico, ma "una" storia più puramente narrativa. Un "romanzo", appunto, ma senza finzione. 

Una sorta di racconto corale che va dal 1958, dal Modugno di "Nel blu dipinto di blu" - raccontata in tutta la sua forza di rottura rispetto ai canoni del periodo - al 2000: "La virtù della canzone è messa in discussione. La fine del millennio porta con sé la sensazione che tutto un mondo espressivo sia al viale del tramonto, che il processo sia esausto, esaurito, esplorato in tutte le combinazioni possibili. E infatti si tende a tornare indietro, a rileggere, rimontare, riciclare, usare vecchi mattoni per nuove combinazioni".

Quest'ultima tesi è forte, e merita di essere discussa in un prossimo volume (lo stesso Castaldo ha poi compilato per Robinson una playlist di brani post-2000). Ma serve a sostenere un'idea forte e definita del personaggio principale del romanzo, la signora Canzone Italiana, che viene narrata in un racconto corale, pieno di sottotrame che ritornano: le storie degli artisti e dei movimenti, con sullo sfondo la società italiana.

A completamento di questa struttura romanzesca, il volume forse meritava qualche strumento di approfondimento ulteriore: una bibliografia finale (da Borgna in poi - citato nei ringraziamenti assieme ai colleghi che si sono occupati prima del tema) e una playlist - a fine capitolo sono citate le canzoni fondamentali da ascoltare, ma non sarebbe stato male raccoglierle tutte assieme, su una piattaforma di streaming, pronte all'ascolto come colonna portante e sonora del romanzo.

"Il romanzo della canzone italiana" si fa leggere con piacere, senza perdere la competenza di fondo del giornalista che naviga da tempo quel mare. La scelta di stile funziona, rende scorrevole il racconto, che si può affrontare in maniera sequenziale, come un romanzo, appunto, o si può affrontare capitolo per capitolo, come racconti indipendenti. 

(gs)

 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.