«IMMAGINE IN CORNICE - Pearl Jam» la recensione di Rockol

Pearl Jam - IMMAGINE IN CORNICE - la recensione

Recensione del 24 set 2007

La recensione

Uno dei DVD più attesi di questo autunno arriva in un periodo di sovraesposizione per i Pearl Jam: dopo il box di 7 CD dal vivo dello scorso luglio e in contemporanea al primo disco solista di Eddie Vedder.
Questa sovraesposizione però nulla toglie a “Immagine in cornice" , film girato da Danny Clinch – regista di fiducia di Bruce Springsteen – durante le cinque tappe italiane del settembre 2006. Il titolo è quello di una cover di Tom Waits, "Picture in a frame", che Eddie Vedder ha suonato a Milano: non compare nella tracklist ufficiale del DVD, ma si sente in sottofondo nell'emozionante scena finale, in cui Eddie Vedder fa suonare le campane del duomo di Pistoia, prima di mettersi a spazzare il pavimento della torre. La scena, stilizzata, è quella ritratta in copertina: il packaging è una delle cose più belle di questo DVD con un bel libretto fotografico e una grafica da locandina di film. Sì perché “Immagine in cornice” non è un concerto, ma un film vero e proprio. La cosa interessante non sono le canzoni. Che pure sono 13 – riprese nelle 4 tappe; Bologna è di fatto ignorata e compare solo nel bel montaggio di “World wide suicide” assieme a spezzoni di Verona, Milano, Torino e Pistoia; a queste vanno aggiunte le due sui titoli di coda (“Picture in a frame”, appunto, e “Love boat captain”) e le tre di bonus, tra di cui spicca una pazza versione di “A quick one (while he's away)” degli Who suonata a Torino con il gruppo spalla My Morning Jacket.
La cosa interessante sono i frammenti di raccordo tra un brano e l'altro, un mini documentario sul soggiorno italiano della band, con momenti emozionanti, come lo sguardo estasiato di Eddie Vedder quando entra sul palco dell'Arena vuota e si mette a suonare “Immortality” da solo. O il surreale dialogo con il responsabile dell'organo del Duomo di Pistoia. Insomma: momenti così – non ve li riveliamo tutti – che dimostrano l'amore sconfinato tra i Pearl Jam e il nostro paese. Un DVD imperdibile, per la qualità dei contenuti - cinematografici e musicali; e pazienza se i Pearl Jam sono un po' sovraesposti, in questo periodo: se ogni volta pubblicano cose di questo genere...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.