«HEAD UP HIGH - Morcheeba» la recensione di Rockol

Morcheeba - HEAD UP HIGH - la recensione

Recensione del 29 ott 2013

La recensione

Tre anni fa con “Blood like lemonade”, i Morcheeba celebrarono il ritorno nella band della cantante Skye Edwards, senza la quale i due fratelli Godfrey hanno fatto non poca fatica a portare avanti la baracca.

Quel disco riportò l'attenzione sul progetto, ma senza forse toccare i livelli che i Morcheeba speravano.
Ora ecco “Head up high”, un lavoro che non si discosta di molto da quanto fatto fino ad oggi dal trio inglese: contaminazioni dub, reggae, trip-hop e funk, il tutto con quel tocco pop tipico di Skye e soci.
Da segnalare la partecipazione di numerosi ospiti, molti dei quali giovani (come il duo hip-hop britannico Rizzle Kicks) o poco conosciuti (la cantante messicana Ana Tijoux).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.