Rockol Awards 2021 - Vota!

«PARALLEL - Four Tet» la recensione di Rockol

L'anno perfetto di Four Tet si conclude con "Parallel"

Il producer inglese ha pubblicato a sorpresa ben due album, chiudendo 12 mesi iper-prolifici.

Recensione del 29 dic 2020 a cura di Gianni Sibilla

Voto 7/10

La recensione

Nei giorni di natale sono usciti diversi dischi, quasi tutti a sopresa, e quasi tutti davvero interessanti. Il bootleg di natale di Springsteen (un concerto del 2009 con l'esecuzione completa di "The wild, the innocent & the E Street Shuffle"), un EP di Eddie Vedder con 4 versioni acustiche, un EP natalizio di Kanye West. E Four Tet, che ha pubblicato due album a sorpresa: "Parallel", e "871", chiudendo un anno iper-prolifico e di altissimo livello

Il 2020 di Four Tet

Talmente prolifico da avere generato dei meme. "Sixteen oceans" è uscito a marzo, in pieno lockdown: è il disco "ufficiale" di quest'anno, ma è la punta dell'iceberg. Il producer inglese ha pubblicato un EP sotto uno dei suoi tanti alias, quello con caratteri impronunciabili; diversi remix ufficiali (i migliori: quelli di Caribou e Tame Impala) e brani inediti  in versione "bootleg" su Soundcloud. C'è stato ritorno a sopresa del team con Burial e Thom Yorke (un 12" poche settimane fa). Poi c'è questo livestream infinito dove spesso compaiono musica e filmati inediti.

"Parallel" e "871"

I due album nuovi sono figli di queste iniziative. "871" è stato pubblicato sotto lo pseudonimo "00110100 01010100" (4T in codice binario) e raccoglie registrazioni incisie tra il '95 e '97, diffuse per la prima volta nel livestream su YouTube. Nulla di particolarmente interessante, se non in chiave filologica: un artista appena uscito dal post-rock della sua band precedente, che sperimenta con l'elettronica alla ricerca della sua "voce". Forse solo l'ultimo brano, che campiona il piano di "Because the night", può essere degno di nota per chi non è un fan (categoria molto larga, visto il suo grande seguito sui social).

Ben più interessante "Parallel": è composto per metà di brani già pubblicati nell'EP dal nome impronunciabile, riuniti con altre composizioni inedite, fino a formare una suite di un'ora, con un risultato davvero notevole. Si inizia con un lungo brano di 26 minuti, una drone music ipnotica e rilassante, poi si torna nel territorio di "Sixteen oceans", con composizioni che fondono beat, campioni, registrazioni ambientali, loop e strumenti. Forse il momento migliore è "Parallel 9", che va dall'ambient al piano in stile neoclassica minimale, per terminare con un crescendo elettronico. Come per "Sixteen oceans", quella di "Parallel" è musica con il doppiofondo: perfetta per rilassarsi o come tappezzeria sonora, ma ricca di sfumature e ipercomplessa se si presta attenzione ai dettagli.

Perché ascoltare Four Tet?

Negli anni Kieran Hebden è diventato sempre più popolare e trasversale fuori dal mondo dell'elettronica e della cosiddetta IDM ("Indie dance music").

A me fa venire in mente i Radiohead - con cui ha iniziato e con cui ogni tanto torna a collaborare: un artista inclassificabile musicalmente, che fa le cose in una maniera davvero personale e indipendente. Musica che puoi ascoltare distrattamente o che puoi approfondire fino a perderti, in cui trovi di tutto, dalla psichedelia classica al jazz al pop/rock, dal post-minimalismo al clubbing. Da nerd musicale quale sono mi piace che pubblichi così tanta musica e lo faccia fuori dagli schemi; immedesimandomi in un ascoltatore tutto sommato distratto, amo la sua contemporanea accessibilità e profondità, che lo rende apprezzabile da chi cerca buona musica e basta.

"Parallel" è probabilmente un album minore della sua discografia, ma è perfettamente equilibrato da questo punto di vista, come gli ultimi "New energy" e "Sixteen oceans". Four Tet si conferma come uno delle menti più brillanti e originali di tutta la musica contemporanea.

TRACKLIST

01. Parallel 1 (26:46)
02. Parallel 2 (06:04)
03. Parallel 3 (00:48)
04. Parallel 4 (04:47)
05. Parallel 5 (00:53)
06. Parallel 6 (05:06)
07. Parallel 7 (05:43)
08. Parallel 8 (06:21)
09. Parallel 9 (07:15)
10. Parallel 10 (06:31)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.