«MY SONGS - Sting» la recensione di Rockol

Sting canta Sting

L’ex Police ha riletto una quindicina di suoi pezzi mescolando registrazioni d’epoca e incisioni effettuate nel 2019 con Josh Freese, Dominic e Rufus Miller

Recensione del 04 ago 2019

La recensione

Ascolti If You Love Somebody (Set Them Free) e ti chiedi dove sono finiti il ritmo vivace segnato da Omar Hakim, le svisate di tastiera di Kenny Kirkland, la magnifica leggerezza jazz-soul. È tutto più vistoso e grossolano.

Mettiamola così: se nel 1985 If You Love Somebody era un’elegante barca a vela, oggi è un fuoribordo diretto a Ibiza. È solo una delle tante rielaborazioni del repertorio di Sting contenute in My Songs. L’inglese ha ricostruito una quindicina di suoi pezzi mescolando registrazioni d’epoca, incisioni effettuate nel 2019 con Josh Freese, Dominic e Rufus Miller, qualche nuova traccia vocale.

CONTINUA A LEGGERE SU DEAGOSTINIVINYL.COM

 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.