«YOU'RE STRONGER THAN YOU KNOW - James Morrison» la recensione di Rockol

James Morrison - YOU'RE STRONGER THAN YOU KNOW - la recensione

Recensione del 21 mar 2019 a cura di Redazione

La recensione

"My loves goes on", il duetto con Joss Stone che ha anticipato questo disco, è arrivato un po' a sorpresa, quando eravamo tutti presi da altre faccende e di certo non stavamo pensando a James Morrison, di cui negli ultimi quattro anni si erano perse le tracce. D'altronde le ultime cose pubblicate dal cantautore non erano state poi così tanto brillanti quanto le hit degli esordi, "You give me something" e "Broken strings" su tutte, che di fatto continuano a permettere a James di vivere di rendita, mentre lui non piazza una hit in classifica dai tempi di "I won't let you go" (correva l'anno 2011). Il duetto con la bella e brava cantautrice britannica ha rotto il silenzio discografico nel quale Morrison si era rintanato al termine della promozione del suo ultimo album, "Higher than here", a cui ora fa finalmente seguito questo "You're stronger than you know".

L'album rappresenta un nuovo capitolo della carriera del cantautore, dopo la rottura con Island (che aveva pubblicato i suoi ultimi lavori) e la firma per Stanley Park Records. Lavorando gomito a gomito con Mark Taylor, produttore già al suo fianco nei precedenti dischi, con questo album James Morrison ha voluto provare ad unire in maniera equilibrata vintage e moderno: da un lato la sua passione per un certo soul, dall'altro suoni e atmosfere un po' più contemporanee.

Le dodici canzoni contenute nel disco sono frutto di un periodo abbastanza cupo della vita di Morrison, che però ha esorcizzato la crisi attraverso la sua musica: scrivere canzoni senza un vero obiettivo in mente, ha fatto sapere lui, lo ha portato ad affrontare gradualmente le sue battaglie e, alla fine, a realizzare di avere tra le mani materiale sufficiente per un nuovo album. Il cuore del disco è stato registrato in una settimana, e una seconda è servita per i ritocchi finali.

"You're stronger than you know", "Sei più forte di quanto tu creda": non poteva scegliere titolo più azzeccato per questo disco. Questa manciata di canzoni vede il cantautore scavare nelle sue emozioni: come in "Slowly", in cui si interroga su come riaccendere la sua creatività. E sebbene l'album presenti alcuni episodi piuttosto cupi ("Until the stars go out" è dedicata a sua figlia, vittima di bullismo a scuola), il mood generale è quello di uno spiraglio di positività in un clima di pessime notizie.

L'interpretazione mischia forza, dolcezza ed esperienza: insomma, anche se non è forse la popstar di qualche anno fa James Morrison non è certo l'ultimo arrivato, e questo disco lo conferma. Un modo per ripartire con il piede giusto, e con lo stile e la classe di sempre.

TRACKLIST

01. My Love Goes On (feat. Joss Stone) (03:36)
03. So Beautiful (04:03)
05. Glorious (03:24)
06. Power (04:09)
07. Slowly (03:54)
08. Ruins (03:42)
09. I Still Need You (04:39)
11. Cross The Line (02:59)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.