Recensioni / 17 ago 2018

Generic Animal - EMORANGER - la recensione

Generic Animal: leggi qui la recensione di "Emoranger"

A pochi mesi dall'esordio, Luca Galizia torna un lavoro che segna già una svolta nella produzione

Voto Rockol: 3.0 / 5
Recensione di Marco Jeannin
EMORANGER
La Tempesta / Bomba Dischi (DIGITALE)

Questo  disco  si  chiama  “Emoranger”  perché  questo  è  il  nome  del  profilo  Instagram  da  cui è  nato  tutto  quel  che  riguarda  Generic  Animal.

Sul taglio personale per non dire quasi intimo di questo lavoro direi che c’è poco da aggiungere; forse solo che…

… anche  se  so  che  è  il  secondo,  in  realtà lo  considero  il  mio primo  vero  disco.   Sono  i  miei  primi  veri  testi  in  italiano.  Parlano  di  me.  Di  tante  cose  che  mi riguardano,  dalle  scarpe  sbagliate  al  perdere  qualcosa  o  qualcuno.  Zollo  ci  ha  creduto  tanto  e  ci  ha  creduto  da  subito.  Abbiamo  cominciato   con  dei  provini  e  piano  abbiamo  plasmato  il  tutto fino  a  poi  creare  un  disco intero.

Mettendo ordine: “Emoranger” è il secondo disco firmato Generic Animal, al secolo Luca Galizia, giovane cantautore classe 1995 il cui esordio ufficiale, l’omonimo “Generic Animal”, risale a pochi mesi fa; otto pezzi prodotti da Marco Giudici e Adele Nigro (Any Other) e i cui testi furono stesi in collaborazione con Jacopo Lietti dei Fine Before You Came. Un lavoro a cavallo tra indie e pop, dai tratti molto delicati e dai riflessi sintetici.

Pochi mesi dopo di quel “Generic Animal” resta intatta sostanzialmente la ragione sociale e la tendenza ad un pop soffuso che però in “Emoranger” prende definitivamente la via elettronica. Una piccola svolta che conta nove pezzi, prodotti e registrati in casa da Zollo, che presentano un Galizia più spigliato e votato ad una leggerezza che si incarna dunque in un pop necessariamente immediato e minimale data la sua natura home made, dall’incedere come sempre compassato. A metà strada (attenzione) tra il Frah Quintale più fresco e un James Blake in versione casalinga, “Emoranger” è un disco frutto di un preciso impulso comunicativo, la necessità cioè di voler raccontare qualcosa di sé ma senza condizionamenti di sorta e nel modo più genuino possibile.

TRACKLIST

01. SCARPE #1 - (02:46)
02. EMORANGER - (04:06)
03. SESSO BASTARDO - (02:19)
04. BRAVO - (00:52)
05. SC00TER - (02:45)
06. CAMPER - (02:47)
07. GATTONE - (03:22)
08. AMICO - (03:26)
09. APPARTAMENTO - (04:22)