«DERAN - Bombino» la recensione di Rockol

Deran: il deserto rock di Bombino

L'amore per la sua terra è il tema del quinto album di Bombino, musicista del Niger che con la sua chitarra ha conquistato tutti.

Recensione del 24 mag 2018 a cura di Antonio Ciruolo

La recensione

Fermati un attimo, mettiti le cuffie e inizia a sognare. Questo è “Deran” l'ultimo, stupendo album di Bombino, chitarrista nord africano diventato una celebrità nel panorama mondiale. 

Il Jimi Hendrix Tuareg, così chiamato dagli addetti ai lavori per il modo di suonare la chitarra molto influenzato dal chitarrista di Seattle, è ormai al suo quinto album studio, segno di una continua e proficua creatività che non accenna a terminare. 

 

La sua musica trasmette la passione e l’amore per la propria terra, per i suoi colori, per le sue tradizioni e per la sua storia. Tutti elementi che prendono vita nelle melodie che Bombino delinea perfettamente attraverso la sua sei corda; una musica trascinante, accompagnata da testi pregni di significati legati alla tradizione dell’Africa Subsahariana.

Sin dal brano di apertura, “Imajghane (The Tuareg People)”, è possibile sentire quanto di cultura Tuareg c’è in questo disco; un modus operandi che l’artista ha costruito nel corso della sua carriera e che non ha mai abbandonato, così da produrre uno stile musicale che rispecchia perfettamente la sua persona. Insomma, un unicum nel suo genere. Del resto, anche nelle esibizioni live Bombino è solito utilizzare abiti tradizionali della sua terra, segno di un attaccamento alle proprie radici che va al di la delle mode.

“Deran” è la quintessenza delle contaminazioni; un sound rock-blues figlio della tradizione occidentale che incontra i motivi arabeschi provenienti dal lontano deserto africano, il tutto impreziosito dalla voce profonda di Bombino, che non canta le sue melodie, le recita come se fossero dei testi spirituali.

“Deran Deran Alkheir (Well Wishes)” è un rock incalzante, potente ma allo stesso tempo dolce nelle sue armonie. “Tehigren (The Trees)” ha un sound sensuale e passionale che si adagia su una musicalità molto vicina al reggae, soprattutto per le dinamiche delle chitarre armoniche. “Midiwan (My Friends)” è una dolce ballata acustica. “Oulhin (My Heart Burns)” ha tutti gli elementi della country music, naturalmente riletti in chiave mediorientale. Poi c’è “Tamasheq (The Tuareg language)”, un vero e proprio inno alla libertà, con tanto di zaghroutah, il famoso canto-ululato che viene praticato dalle donne in tutto il Medio Oriente e in vari paesi del continente africano.

C’è proprio di tutto in questo “Deran”. Un album per niente scontato, che mantiene una propria linea stilistica in tutta la sua durata. L’ascoltatore sarà circondato dalle contaminazioni musicali che Bombino ha saputo miscelare alla perfezione senza mai forzare la mano. Un artista a tutto tondo, che fa delle sue origini la propria virtù e che riesce a disegnare una musica colorata che unisce la magia della cultura mediorientale con la tradizione rock del mondo occidentale. 

TRACKLIST

01. Imajghane (The Tuareg People) (04:13)
03. Tehigren (The Trees ) (04:31)
04. Midiwan (My Friends) (03:42)
05. Tenesse (Idleness) (05:26)
06. Oulhin (My Heart Burns) (04:10)
07. Adounia Idagh (This Life) (05:31)
08. Tamasheq (The Tuareg language) (04:59)
09. Takamba (03:30)
10. Adouagh Chegren (At the Top of the Mountain) (05:01)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.