«QUANTUM - Giancarlo Onorato» la recensione di Rockol

Giancarlo Onorato: leggi qui la recensione di "Quantum"

Un lavoro che ha richiesto quasi tre anni di lavorazione; undici i pezzi in scaletta in cui il cantautore di Monza affronta il tema centrale dell’incontro.

Recensione del 14 mag 2017 a cura di Marco Jeannin

La recensione

Ascoltando “Quantum” il pensiero va continuamente al periodo a cavallo tra il 1979 e il 1993, quando Onorato militava negli Underground Life. Perché il suo essere oggi un cantautore di così grande livello risplende di questo passato alternativo che ha segnato indelebilmente il songwriting di un autore che sa ancora  essere poeta vero e musicista raffinato.

“Quantum” arriva a sette anni di distanza da “Sangue bianco” e a tre dall’ultima pubblicazione, “Ex live”. Il disco conta undici pezzi e ha richiesto tre anni di lavorazione. Lavorazione cui ha partecipato attivamente Marco Giuradei, presente su disco in quasi tutti i pezzi che ha poi prodotto e arrangiato con Onorato stesso, registrato e mixato. Una partnership per così dire tecnica che, conoscendo sia Onorato sia Giuradei, in termini stilistici si è rivelata molto efficace: “Quantum” è un disco che suona molto bene, misurato e paziente sia dal punto di vista della ricerca sonora che degli arrangiamenti; esattamente quello che ci si può aspettare da qualcuno che è sulle scene da circa quarant’anni, ma con quel qualcosa in più che lo rende particolare. E mi riferisco a quel senso di disillusione ed essenzialità che si respira in tutti i pezzi, composizioni indipendenti sotto tutti gli aspetti, in grado di reggersi in piedi in singolarità ma concettualmente legate l’una all’altra da un macro tema (e qui sta tutta la poesia di Onorato), quello dell’incontro, che compatta l’opera dandogli un senso ancora più ampio.

… dall'incontro brutale tra creature diverse (“Le belle cose”), all'incontro iconografico e segreto della fecondazione (“Niente di te”), dall'erotismo piu` estremo (“La norma dell'attesa”), a quello soave e abbacinante del concepimento (“Il passaggio”), dall'unione che poi genera l'assenza (“Scintillatori”), all'apparizione luminosa (“In grazia”), dalla passione lubrica e furente per la donna-dea (“Il barocco del tuo ventre”), sino al passo dolente della separazione dalla vita (“Primavera di Praga”), e alla sublimazione dell'incontro con l'ignoto (“Senza gravita`”).


Il songwriting di Onorato sa essere dunque cupo e malinconico tanto quanto solare e di respiro, in relazione a quello che il racconto richiede. In questo senso “Quantum” è una prova di Rock Autoriale maiuscolo, l’ennesima dimostrazione che i musicisti veri sanno sempre dove vogliono andare con la loro arte. Anche dopo tanti anni.

TRACKLIST

01. Le belle cose (03:39)
02. Il barocco del tuo ventre (05:11)
03. Niente di te (05:03)
05. Scintillatori (08:18)
06. In grazia (03:17)
07. Primavera di Praga (04:37)
08. Amigdala (00:17)
09. Senza gravità (04:05)
10. Invocazione alla notte (00:36)
11. Il passaggio (09:03)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.