«HARD PLAYING - Paolo Jannacci» la recensione di Rockol

Paolo Jannacci - HARD PLAYING - la recensione

Recensione del 27 mar 2017 a cura di Redazione

La recensione

A quattro anni di distanza dal suo precedente lavoro, Paolo Jannacci torna sulle scene discografiche con un nuovo album, "Hard playing". Il disco è interamente dedicato al jazz e spazia da sonorità jazz contemporanee ad altre più retrò, talvolta sfociando anche in sonorità più sperimentali.

"Hard playing" è composto e suonato da un quartetto guidato da Paolo Jannacci, che si è occupato anche della produzione dei brani. Accanto al pianista troviamo la batteria di Stefano Bagnoli, il contrabbasso di Marco Ricci e la tromba di Daniele Moretto.

"Racconta la mia voglia di suonare, con il mio gruppo di lavoro preferito e indissolubile", dice Jannacci a proposito del disco. E l'alchimia che lega tra loro i musicisti si sente parecchio: c'è un bel dialogo tra i vari strumenti coinvolti nelle registrazioni dei brani e trapela una bella energia.

"Hard playing" contiene un totale di nove tracce: sette sono brani inediti, gli altri due sono rivisitazioni di pezzi noti al pubblico jazz. Uno di questi è "You must believe in spring", il brano scritto da Alan Bergman, Marilyn Bergman, Jacques Demy e Michel Legrand per la colonna sonora del film "Josephine" del 1967, dove era cantato dal personaggio di Maxcence, interpretato da Jacques Perrin. L'altra cover presente nel disco è quella di "Who can I turn to", cover del brano scritto da Leslie Bricusse e Anthony Newley e presente nella colonna sonora del musical "The roar of the greasepaint", del 1964, inciso nello stesso anno da Shirley Bassey e poi da voci come quella di Dionne Warwick, Tony Bennett e Barbra Streisand.

Il disco contiene anche un dvd con la registrazione video dello spettacolo "In concerto con Enzo", dedicato al padre e alle sue canzoni. Ospiti di Jannacci sono Paolo Tomelleri al clarinetto, Sergio Farina alla chitarra e J-Ax nel brano "Desolato".

TRACKLIST

01. Flux (06:37)
02. Troppo smog (09:20)
03. Comfort Zone (04:48)
04. You Must Believe in Spring (03:49)
05. No Cue (02:54)
06. Hard Playing (06:32)
07. Who Can I Turn To (07:53)
08. Solaris (09:36)
09. Streets of New York (03:42)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.