«RENNEN - Sohn» la recensione di Rockol

SOHN, elettronica, RnB e dance per ritrovarsi

Ecco "Rennen", un percorso fatto di atmosfere dilatate e sognanti. L'ultimo disco di SOHN offre ottimi spunti per riflettere.

Recensione del 24 gen 2017 a cura di Matteo Galdi

La recensione

“Rennen” è un disco romantico e dal sapore vintage, semplice nella forma dei brani ed accessibile ed apprezzabile da chiunque. Perché Sohn sia versatile lo racconta semplicemente la sua storia, il suo essere cosmopolita. Nasce a Londra ma viaggia tantissimo, dal 2005 inizia a farsi conoscere sotto il nome di Trouble Over Tokio, progetto alternative rock che doveva inizialmente comprendere quattro elementi, ma che di fatto è il vero esordio solista di Christopher. Tre album e numerosi live in tutta Europa, dall’Inghilterra in Svizzera, in Slovenia. Infine l’Austria, tappa finale e punto di partenza dell’artista, che sceglie di andare a vivere a Vienna e ricominciare da lì la sua carriera di produttore e compositore sotto nuovo nome: SOHN.

I brani contenuti in “Rennen” – secondo disco dopo il debutto, “Tremors”, nel 2014 – risultano complessivamente minimali in quanto a struttura ma si rivelano pieni di dettagli che cambiano ad ogni ascolto. Molti i sono i campionamenti e complesso è il lavoro svolto sulle basi elettroniche che supportano la voce melodica ed armoniosa di SOHN: quasi esageratamente percussive ed oscure in alcuni passaggi, dolci e dilatate in altri. Traspare buon gusto ed eleganza in brani come “Signal”, un RnB dalle tinte decisamente più elettroniche, una rielaborazione di un genere, rivisitato in modo assolutamente personale.

“Rennen” è un disco che fa riflettere, in alcuni passaggi si ha davvero l’impressione di essere di fronte ad un’opera pensata esclusivamente per prendersi del tempo per se stessi, lasciare andare il disco e viaggiare, meditare. Un’unica grande “corsa” (questa la traduzione dal tedesco, il titolo dell’album), trasportati dalle atmosfere sognanti create dall’artista, disposte intelligentemente all’interno del disco.

Nella traccia di apertura “Hard liquor” e nella successiva “Conrad”, interessante brano che miscela musica pop e dance, si ha l’impressione di ascoltare Justin Timberlake, forse una delle maggiori influenze dell’artista in questo LP. Il cantato riprende decisamente quello del maestro Thom Yorke e la varietà degli effetti utilizzati ne ricorda i brani prodotti di recente dallo stesso come solista, svuotati della malinconia che da sempre caratterizza il poliedrico artista. I due brani conclusivi “Still waters” e “Harbour” sono intimi, lenti e delicati, appositamente inseriti come ultimi per rimarcare - in caso ce ne fosse bisogno - che lo scopo finale di “Rennen” è portare l’ascoltatore a riflettere.

E’ un disco audace, della conferma di un artista già conosciuto ed apprezzato per quanto prodotto in passato. E della maturità allo stessa tempo, SOHN sa ispirarsi intelligentemente ad una moltitudine di artisti ma risulta assolutamente originale. Mostra bene il proprio lato personale, fornisce soluzioni convincenti e dimostra ancora una volta quanto un disco semplice possa in realtà risultare complesso e profondo.

TRACKLIST

01. Hard Liquor (04:04)
02. Conrad (03:43)
03. Signal (04:27)
04. Dead Wrong (03:03)
05. Primary (03:27)
06. Rennen (03:17)
07. Falling (04:28)
08. Proof (03:45)
09. Still Waters (03:30)
10. Harbour (04:10)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.