«INNER VOX - Demonology HiFi» la recensione di Rockol

Demonology HiFi: così Max Casacci e Ninja ci guariscono dalle tentazioni della EDM

"Inner vox" è l'album di debutto dei Demonology HiFi, il progetto di Max Casacci e Ninja parallelo ai Subsonica: 11 pezzi che vedono i due esplorare il mondo delle pulsazioni a bassa frequenza con risultati - a volte - estremi.

Recensione del 23 gen 2017 a cura di Redazione

La recensione

Dietro al nome di Demonology HiFi si nascondono Max Casacci e Ninja dei Subsonica, che negli ultimi due anni hanno portato avanti un progetto parallelo alla band torinese: un'esplorazione del mondo delle pulsazioni a bassa frequenza, già alla base del suono dei Subsonica, che li ha visti esibirsi nei club italiani con i loro dj set. Ad un certo punto, Casacci e Ninja hanno capito che bisognava trasformare quel progetto in qualcosa di più di una serie di dj set: così, si sono rintanati in studio di registrazione e la loro ricerca suoi suoni è proseguita lì. "Inner vox" è il frutto di questo lavoro.

I due musicisti hanno voluto coinvolgere nelle lavorazioni del disco alcuni ospiti: da Cosmo (già frontman dei Drink to Me, che a detta di Casacci e Ninja "rappresenta probabilmente il 'next level' della sintesi che i Subsonica hanno fatto tra canzone ed elettronica), la cantautrice Brithh, Niagara, Populous e Bunna degli Africa Unite. E così, la sperimentazione di Casacci e Ninja ha preso la forma di brani che guardano alla struttura della canzone pur concedendosi viaggi nel mondo dell'elettronica: come in "Totem", singolo che ha anticipato l'uscita del disco, dove i due hanno mescolato in progetta generi e beat, legando il tutto con un'impronta "afro" e ipnotica.

La ricerca, a volte, è stata davvero estrema: in "Random gargoyle" Ninja ha ricavato "tagliando e cucendo" da un hard disk di improvvisazioni degli LN Ripley (altro suo progetto parallelo ai Subsonica) una farneticante e adrenalinica sequenza vocale, completamente non-sense, sulla quale ha poi costruito il beat. "Falsestep" è un pezzo dal tempo dispari difficilissimo da seguire: "Lo spirito è quello del ballare inciampando, un passo (falso) dietro l'altro", dicono loro. "Funeral party" è sostanzialmente indefinibile: "Un'allegra marcia funebre su battuta dub step", la raccontano loro. Il messaggio alla base di questa ricerca - nel quale si possono riconoscere tutti i seguaci dei Subsonica e di quello che c'è stato prima dei Subsonica - è: guarire i peccatori dalle tentazioni della EDM di oggi, quella tamarra, che guarda ai dj cool americani e svedesi superstar della console. Se vi riconoscete in questo messaggio, "Demonology HiFi" è il disco che fa per voi, un rituale al quale non potete non partecipare.

Gli episodi migliori, però, sono quelli più "pop" (tra molte virgolette) del disco. E dunque: il brano con Cosmo, "Fino al giorno in cui", che è un singolo irriverente, spaccone e incendiario; e quello con Birthh (tenetela d'occhio, ché a breve sentiremo molto parlare della 19enne fiorentina), "Line", che è una canzone che strizza l'occhio al mondo drum'n'bass pur mantenendosi vicina a una forma "pop" (anche qui, tra molte virgolette).

TRACKLIST

01. On the Side Walks of My Soul (05:25)
02. Random Gargoyle (03:55)
03. False Step (03:29)
04. Fino al giorno in cui - Radio MST GV3 (03:42)
05. Neverending (05:35)
06. Totem (04:28)
07. Line (04:08)
08. Realismo magico (04:36)
09. Club Puritate (04:26)
10. I miei nemici (05:04)
11. Funeral Party (04:31)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.