«YOUNG AS THE MORNING OLD AS THE SEA - Passenger» la recensione di Rockol

Passenger - YOUNG AS THE MORNING OLD AS THE SEA - la recensione

Recensione del 26 set 2016 a cura di Vittoria Polacci

La recensione

Non si può certo dire che Mike Rosenberg, in arte Passenger, non sia un artista prolifico. Dal titolo piacevolmente retorico, “Young as the morning old as the sea” è l’ottavo album del cantautore inglese, nato dalla collaborazione, già in passato fruttuosa, con il produttore Chris Vallejo. «Ho composto praticamente un album all’anno nell’ultimo decennio, e la preoccupazione più grande è il non riuscire a godersi le cose abbastanza a lungo», ha dichiarato Rosenberg, «so che ogni volta il disco più recente è il mio preferito, ma sento che questa è la prima volta in cui posso suonare per le persone senza sentirmi in dovere di chiedere scusa. Ne sono molto orgoglioso».

In effetti, già a un primo ascolto si percepisce la genuinità dei messaggi trasmessi dai testi del musicista, che si tratti di storie personali o di situazioni che riguardano l’umanità tutta. Il disco si apre con la dolce ballad “Everything”: il classico tema del “niente dura per sempre” è accompagnato dagli archi e dal suono sottile, appena accennato, della chitarra di Passenger. Si nota con piacere che i tratti caratteristici dell’autore della hit “Let her go” non sono andati persi nel tempo: la voce è ancora delicata e accorata, i brani sono comunicativi, si è mantenuta quella giusta intimità, anche se alcuni pezzi sembrano essere ridondanti.

Spiccano comunque alcuni gioiellini, primo tra tutti “Anything”, il singolo frizzante che ha anticipato l’uscita dell’album, con un riff di chitarra dal sapore quasi country, la title track “Young as the morning old as the sea”, con gli arpeggi costanti della chitarra che sostengono l’andamento del pezzo, e la particolare “Beautiful bird”, che ha il grande valore aggiunto della voce delicata di Birdy sul ritornello.

La suggestiva “Home” chiude, anche un po’ simbolicamente, questa ultima fatica del cantautore indie folk, con un piacevole crescendo in cui anche la voce riesce a guadagnarsi una dinamica più importante.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.