«ATLAS - Real Estate» la recensione di Rockol

Real Estate - ATLAS - la recensione

Recensione del 17 mar 2014 a cura di Ercole Gentile

La recensione

I Real Estate sono attivi dal 2009, anno in cui hanno dato alle stampe il loro eponimo album d'esordio. Pitchfork contribuì non poco quell'anno a lanciarli nell'indie-rock che conta, inserendoli nel gruppone composto da Local Natives, Grizzly Bear e Fleet Foxes, gruppi con i quali hanno in comune la ricerca di un suono che, seppur in modo soggettivamente diverso, misceli sapientemente pop e riferimenti folk-psichedelici.
Dopo un ottimo lavoro come “Days”, i tre ragazzi del New Jersey tornano con questo terzo capitolo discografico intitolato “Atlas”. Il primo aggettivo che si può usare per definire questo album è onesto. Si, perchè questi dieci brani, registrati nello studio dei Wilco a Chicago, si rivelano subito per quello che sono, senza nascondere troppi significati reconditi. Sono canzoni che ti conquistano immediatamente con una leggerezza e accessibilità (ma non banalità) di fondo sempre presente. Sono freschi ed adagiati su un tappeto fatto di chitarre jingle-jangle, psichedelia, folk e tanto pop, ma di quello giusto. Su tutti spiccano indubbiamente l'iniziale “Had to hear”, perfetta per le radio americane (e per l'ascolto 'da viaggio') o la delicata e morbida “The bend”, la più psichedelica “Horizon” o l'ottima chiusura della sognante “Navigator”. “Atlas” è un bel disco che conquista al primo ascolto e, appunto, sincero. Ti fa capire subito che ti farà compagnia con la sua leggerezza per tutta la primavera, ma che poi, senza grossi rimpianti, lascerà il posto a qualcun'altro che invece forse resterà con te più a lungo. Ma è chiaro fin da subito, senza illusioni. It's only pop, but I like it.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.