«IN LOVE - Peace» la recensione di Rockol

Peace - IN LOVE - la recensione

Recensione del 04 apr 2013 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Ho visto il futuro del rock ‘n’ roll è il suo nome è [inserite band inglese a piacere].
La stampa d'oltremanica ragiona così e anche se non usa le famose parole che Jon Landau scrisse dopo avere visto un concerto di Springsteen, il senso è spesso quello: fate voi la lista dei salvatori del rock lanciati in pompa magna e dimenticati al secondo album. E’ un modo come un altro per generare interesse e discussione. Ma oggi funziona un po’ di meno. La stampa musicale è sempre meno rilevante, con i social network.
Così è un segno dei tempi che l’ultima scoperta dell’NME, i Peace siano stati lanciati con una recensione da 9, ma tutta sulla difensiva: “A chi importa se sono pirati e non pionieri”?. In questo caso, la frase andrebbe aggiornata: “Ho visto il passato del rock ‘n’ roll, è il suo nome è Peace”.
Perché sono bravi, questi Peace. Arrivano da Worcester, si sono fatti notare con un bell’EP l’anno scorso, “Delicious” e arrivano all’attesissimo (almeno in UK; perché da noi non se li è filati nessuno: neanche sui social network) primo album. Ma sono retromaniaci allo sfinimento, tanto che persino Mr. Retromania in persona, il critico Simon Reynolds li ha difesi in una discussione su Facebook.
A partire dal titolo, che suona come un gioco di parole sul “Peace & love” degli anni ’60. Per arrivare al citazionismo - non è dato sapere se voluto o no, speriamo di sì. Per dire, in “Scumbag” cantano “I’m a scumbag, I’m a weirdo baby”, che poi è un altro modo di dire “I’m a creep, I’m a weirdo” (e in “Lovesick” “Trust me baby, I’m the creep and I’m lovesick”). Poi scegliete voi la citazione diretta o indiretta che preferite.
Però han ragione, quelli dell’NME: sanno scrivere canzoni. E soprattutto le sanno suonare.



Le 10 canzoni del disco (14 nella deluxe edition) trasudano energia live - proprio Reynolds raccontava del figlio 13enne di amici che implora i genitori a portarli a vedere: pare la loro fama sia già leggendaria, sul palco. C’è rock chitarristico, psichedelia in salsa inglese (echi di Stone Roses, per dire) e una quantità di riferimenti che a nominare tutti si farebbe solo la lista della spesa.
Funzionano meglio quando sono torrenziali (è un peccato che nel disco non ci siano i bellissimi dieci e passa minuti di “1998” dell’EP precedente) che non quando giocano con i ritmi geometrici alla Vampire Weekend come in “Wraith”.
Non vogliamo passare per “buzzkillers”, come li definiscono all’NME - ma i Peace sono solo un altro ottimo gruppo inglese. Non i salvatori del rock, probabilmente neanche un gruppo (e un disco) da 9. Un gran bell’album, questo sì. Ma alla fine, ciò che importa è la musica. Quindi, ascoltatelo e fatevi un’idea voi. Al netto di tutte le menate autoreferenziali della stampa “In love” è uno dei debutti più interessanti di questi primi mesi del 2013.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.