«ELECTRIC HONEY - Luscious Jackson» la recensione di Rockol

Luscious Jackson - ELECTRIC HONEY - la recensione

Recensione del 01 lug 1999

La recensione

Ancora una volta prodotte dall’etichetta di Beastie Boys (la ultracool Grand Royal, che per diede loro fiducia, sei anni fa), ancora una volta accompagnate, in alcuni brani, dalla voce di Emmylou Harris (che già aveva dato il suo apporto nel precedente “Fever in, fever out” e che oggi canta in particolare in “Ladyfingers”, il primo singolo tratto dall’album), per la prima volta invece supportate da un’icona del mondo pop newyorkese come Debbie Harry dei Blondie, Luscious Jackson si ripresentano in scena senza la fedele tastierista, Vivian Trimble, che ha deciso di entrare a pieno ritmo in Dusty Trails, una band in cui suonano Josephine Wiggs (la bassista delle Breeders) e il batterista di Jon Spencer Blues Explosion, Russell Simmins. Già da questa notizia si può capire quanto il ruolo delle tastiere, che fino ad ora erano state elemento centrale all’interno della musica del gruppo, cambi, allontanando Luscious Jackson da quell’ideale network sotterraneo di gruppi indie (Stereolab in cima e poi a seguire, Pram, Broadcast e molti altri ancora) che si affidano alle tastiere vintage per confezionare i propri pezzi. Di conseguenza Kate, Jill e Gabby si posizionano in un’area in cui il pop (matrice garantita dalle flebili voci di Jill e Gabby) rimane comunque la fonte principale a cui attingere, su cui poi immettere ritmiche hip hop (elemento più visibile che nel disco precedente) e groove funk (l’altro elemento caro al gruppo). Poi, forse per coprire il “buco” lasciato da Vivian, Luscious Jackson pensano riff rock che le riportano indietro nel tempo, agli esordi punk. E paradossalmente è proprio in questo ritorno al passato, in questo avvicinamento al rock che Luscious Jackson ci regalano i momenti migliori di “ Electric Honey” (vedi brani come “Devotion” o “Fantastic Fabolous”), di un disco che, giocando soprattutto con il pop, molto spesso non riesce a imbastire melodie che siano degne di una pop band.

TRACK LIST

“Nervous breakthrough”
“Ladyfingers”
“Christine”
“Alien lover”
“Summer daze”
“Sexy hypnotist”
“Friends”
“Devotion”
“Fantastic fabolous”
“Gypsy”
“Beloved”
“Country’s a callin”
“Space diva”
“Fly”
“Lover’s moon”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.