«THE MOUNTAIN - Steve Earle» la recensione di Rockol

Steve Earle - THE MOUNTAIN - la recensione

Recensione del 17 mag 1999

La recensione

“The Mountain” è un disco di bluegrass che ha presumibilmente origine in un altro, stupendo album acustico di Steve Earle, “Train A Comin'”. Il songwriter americano arrivava da un periodo negativo (droga, un arresto per rapina a mano armata, carcere, cause legali) e le registrazioni di “Train A Comin'” con i migliori strumentisti di musica tradizionale gli offrirono un nuovo modo di intendere la musica e le canzoni. Diversamente da “Train A Comin'” dove le canzoni di Steve Earle venivano arrangiate in chiave tradizionale, ma spaziando tra le tante sfumature della musica popolare americana, in “The Mountain” è il songbook di Bill Monroe, ovvero del padre del bluegrass, il modello e il riferimento. L'occasione funziona un po' da valvola di sfogo per il songwriting di Steve Earle, ormai a suo agio in questo genere di suoni e da omaggio ad un personaggio (Bill Monroe, appunto) e ad un musica (il bluegrass) che sono parti fondamentali della cultura (bianca) degli Stati Uniti, per quanto emarginati dall'industria discografica. Una situazione che Steve Earle ha sperimentato a più riprese in prima persona, tanto da inventarsi un'etichetta e un team di produzione, così da poter dar forma a tutte le sue idee. Coadiuvato dalla Del McCoury Band, ma anche da una nutrita schiera di amici (tra gli altri, Emmylou Harris, John Hartford, Gillian Welch, Peter Rowan) con “The Mountain” Steve Earle ha dato vita ad un progetto straordinariamente monotematico il cui valore, per l'integrità e la forza della proposta, potrà essere chiarito soltanto con il tempo. Perché viaggia al contrario rispetto al pop e persino allo stesso rock'n'roll: “The Mountain” cerca di fissare la memoria (storica) e il passato (musicale) per comprenderli e farli propri. Forse anche per renderli attuali, merito che però spetta soprattutto alle canzoni di Steve Earle, che, per quanto sconosciuto, continua ad essere uno dei più importanti songwriter americani.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.