«SEEING SOUNDS - N.E.R.D.» la recensione di Rockol

N.E.R.D. - SEEING SOUNDS - la recensione

Recensione del 29 set 2007 a cura di Giuseppe Fabris

La recensione

Definire i N.E.R.D. una band è inesatto per vari motivi.
Innanzitutto perché non sono un gruppo, ma più che altro l'unione di tre soggetti assai diversi tra loro, ma soprattutto perché sono un "evento", un momento particolare in cui questi tre ragazzi della Virginia lasciano la loro vita per rintanarsi in studio di registrazione.
Pharrell lo conosciamo tutti: produttore richiestissimo e faccia di bronzo che compare in tutti i video delle star della musica americana (Madonna è l'ultima della serie). Chad è il suo amico fidato, la metà dei Neptunes e un terzo dei N.E.R.D. che preferisce non apparire per passare il suo tempo tra lo studio di registrazione e la sua famiglia. Il terzo è Shay: nel gruppo ha il potere decisionale dell'Angola nelle Nazioni Unite, ma dal vivo e su disco è quello che mette più grinta e sudore.
Quando Pharrell ripone nell'armadio la pelliccia di Gucci, Chad ha messo a letto i bimbi e Shay, beh in realtà lui è sempre libero, è allora che si riformano i N.E.R.D..
Se "In search of..." li aveva segnalati come una band che cercava di evadere i cliché dell'hip hop, "Fly or die" e il singolo "She wants to move" li ha consacrati definitivamente come un'importalte realtà del rock alternativo, anche grazie alla collaborazione con la backing-band degli Spy Mob.
Da allora sono passati quattro anni: Pharrell ha pubblicato un album solista e raccolto centinaia di collaborazioni (vedi le recenti con Madonna e gli Hives), Chad ha continuato a lavorare nell'ombra con artisti del calibro di Jay Z, Robin Thike e Britney Spears, mentre Shay aspettava il momento giusto per ritrovare i due amici.
Il risulato di questo incontro è "Seeing sounds", un disco in cui i N.E.R.D. cercano ancora una volta di trovare un equilibrio tra pop, rap e rock.
"Time for some action" apre il disco con un groove profondo comandato da basso e batteria, un bel rap e le fughe melodiche di Pharrell: un ottimo sunto di quanto già mostrato in passato. Ma è con il singolo "Everyone nose" che i tre mostrano tutta la loro cura nella ricerca di intricati basi ritmiche su cui costruire le loro canzoni. La batteria, vera fissa di Pharrell fin da quando faceva il percussionista nella banda della scuola, viene ora mescolata con scratch e beat fino a formare un tessuto sonoro originale e pulsante.
Se la seguente "Windows" sembra tornare su un sound da band, "Anti matter" propone una base ritmica jungle che sorregge un ottimo brano rap, mentre "Spaz" torna a muoversi tra percussioni serrate e schitarrate.
"Yeah you" è l'R&B secondo i N.E.R.D., mentre "Sooner or later" è la perla pop che Pharrell infila sempre nei suoi dischi: una dolce melodia che esplode nel finale.
A completare lo spettro musicale di questi tre artisti ci pensa "Love bomb", un grande pezzo soul che, nel migliore dei mondi, si sarebbe meritato di concludere il disco invece di finire nascosta tra tre brani minori come "Kill joy", "You know what" e "Laugh about it".
E' un finale sicuramente deludente, ma che non mette in ombra il valore di tre artisti (sì, Shay incluso) che sanno scrivere belle canzoni cercando di porsi sempre nuovi orizzonti da raggiungere.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.