«DENZOE - Denzoe» la recensione di Rockol

Denzoe - DENZOE - la recensione

Recensione del 21 lug 1998

La recensione

Sulle orme della sfida sonora lanciata al mondo dai Prodigy si muovono i Denzoe con il loro omonimo album, accontentandosi per ora di dare battaglia in Italia. E c’è da dire che per molti versi riescono anche meglio dei loro colleghi d’oltremanica, rimanendo estranei a facili entusiasmi rave che i Prodigy sfogano in modo sin troppo caciarone. No, qui il discorso si fa serio e i preziosismi messi in atto dai Denzoe sono meritevoli di una presa in esame attenta, anche se a tratti verrebbe da dire che i ragazzi cadono un po’ nella loro stessa trappola, finendo per prendersi un po’ troppo sul serio da soli. La loro musica non è uno sguardo al futuro fatto da chi vive nel presente: è il futuro punto e basta. Sono rari i momenti in cui il respiro di quanto prodotto dai Denzoe convince appieno e troppi, per converso, quelli in cui è la ‘pesantezza ‘ della musica, del suono, ad avere il sopravvento su qualsiasi altro obiettivo. I riferimenti del gruppo sono nobili, intendiamoci, e non solo legati al lavoro impressionista dei Prodigy: si avvertono in "Denzoe" echi di quanto di meglio gira nella terra di mezzo che unisce pop e techno (Aphex Twin, Depeche Mode, Chemical Brothers, Nine Inch Nails), ma alla fine i conti non tornano del tutto. Forse un po’ di leggerezza, a tutti i livelli, non guasterebbe, anche se è comprensibile (e già visto) il classico momento di autoinnamoramento che spesso sta al blocco di partenza di una futura e brillante carriera. I migliori in bocca a lupo ai Denzoe e alla loro musica, visione nitida di un futuro che però, a tratti, sembra incombere sulle nostre teste proprio come il cielo basso di un temporale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.