«AUTOMATIC FOR THE PEOPLE (REMASTER) - R.E.M.» la recensione di Rockol

R.E.M. - AUTOMATIC FOR THE PEOPLE (REMASTER) - la recensione

Recensione del 05 apr 2005

La recensione

Ristampa. Parolina magica che accende i cuori dei fan, e la luce negli occhi dei discografici. I primi sperano di avere tra le mani nuove versioni dei loro dischi preferiti, possibilmente rinnovate nella confezione e nel contenuto (leggi: riempite di brani rari e/o inediti). I secondi sperano di capitalizzare il loro catalogo, rivendendolo a chi già lo possiede senza dover produrre da zero un prodotto nuovo, ma soltanto rispolverandone il contenuto.
Speranze e delusioni delle ristampe stanno tra questi due estremi. E questa serie di “remaster” dei R.E.M. non sfugge alla regola. Il gruppo di Athens immette sul mercato nuove versioni di tutti i dischi del periodo Warner (da “Green”, 1988, fino al recente “Around the sun”, per un totale di 9 ripubblicazioni: Rockol ha scelto di parlarne a partire da “Automatic for the people” del 1992, unanimente considerato il disco più bello di quel periodo). Il formato scelto è quello del doppio CD. Un primo, contenente l’album originale; un secondo, in formato DVD audio, che contiene il disco rimasterizzato in formato 5.1 e alcuni bonus video (quindi leggibile da sistemi home theater o da un lettore DVD). E’ la seconda serie di ristampe del gruppo, dopo quella di diversi anni fa che riguardava il periodo IRS (dagli esordi fino a “Document”, 6 dischi ristampati in formato singolo con inediti, rarità e lati B).
La strada scelta dai R.E.M. è, di fatto, inedita o comunque poco battuta. Quindi, è stata scartata la “strada-Costello” (che ha ristampato diverse volte il suo catalogo, ogni volta aggiungendo una valanga di inediti e demo), così come la via della Rhino (che, peraltro essendo del gruppo Warner, è coinvolta in queste ristampe), della Universal e della Columbia Legacy delle “Deluxe edition” che prevedono un secondo cd di rarità audio, più eventualmente un DVD video.
I R.E.M. hanno puntato invece sulla rimasterizzazione audio nelll’avvolgente formato a 5 canali del DVD audio: e i risultati, come nel caso di questo “Automatic for the people”, si sentono, eccome. Solo che i fan “di base”, quelli che non possiedono un impianto adeguato, si arrabbieranno (e l’hanno già fatto, basta leggere alcuni commenti postati sul sito della comunità R.E.M. www.murmurs.com). Perché il fan medio si aspetta di trovare chicche e inediti. E qua di inedito non c’è molto. O, meglio, c’è contenuto video dei DVD, comunque appetitoso: spezzoni degli EPK (“Electronic press kit”: i video promozionali forniti ai media all’uscita del disco; peccato che in alcuni casi non siano riportati interamente), qualche filmato live o videoclip, gallerie fotografiche, i testi (si, i testi, leggibili a video: quasi tutti le ristampe li riportano; incredibile per una band che ha iniziato a pubblicarli solo all’11° album, da UP, del 1998). Il rammarico è che anche in questo settore c’era molto materiale recuperabile che non è stato incluso: concerti promozionali, esibizioni televisive, documentari….
Dove invece queste ristampe non deludono è il packaging e la confezione generale: i doppi digipack rispettano l’artwork originale dei dischi, espandendolo in una forma assai piacevole visivamente. Una vera goduria visiva sono le interfacce dei DVD, che riprendono la grafica dei dischi nei menù e nello sfondo durante la riproduzione delle tracce audio.
Insomma, queste ristampe non sono l’ennesimo tentativo di sfruttamento discografico di un catalogo famoso. Hanno una loro logica e una loro coerenza, che però con ogni probabilità non coincide con le aspettative del fan medio. Ma questo è un altro discorso. Sono consigliate ai puristi audio, e ai fan più incalliti (come il sottoscritto, peraltro…), che vogliono avere in mano non solo dei dischi che hanno già con ogni probabilità, non solo vedere un po’ di materiale inedito, ma anche degli oggetti estremamente curati.

(Gianni Sibilla)

Di seguito una descrizione disco per disco del contenuto extra.

“Green” (1988)
Le note di copertina sono del giornalista Danny Eccleston; contiene inoltre un documentario video (EPK) precedentemente inedito con un’intervista ai R.E.M., due brani dal vivo estratti dal DVD “Tour Film” e una photogallery.

“Out of time”(1991)
Le note di copertina sono del giornalista americano Anthony DeCurtis; contiene anche l’EPK inedito “Time Piece”, una photogallery e i testi.

“Automatic for the people” (1992)
Le note di copertina sono del giornalista americano Anthony DeCurtis ; contiene un EPK inedito, una photogallery e i testi.

“Monster” (1994)
Contiene un saggio del giornalista Gil Kaufman, performance dal vivo di "What's the frequency, Kenneth?", "Let me in" e "I don't sleep I dream" e un documentario sulla registrazione del disco e una photogallery.

“New adventures in Hi-Fi”(1996)
Le note di copertina sono del giornalista Richard Byrne; contiene un EPK girato durante il tour di Monster e la lavorazione del disco (che include perfomance live in studio, tra cui un'inedita cover di "Dancing barefoot" di Patti Smith), i testi e una photogallery.

“Up”(1998)
Le note di copertina sono del giornalista Gil Kaufman; contiene un estratto dall’EPK “Uptake” (con performance dal vivo in studio di tre canzoni: “Daysleeper”, “Lotus” e “At my most beautiful”), una photogallery e i testi.

“Reveal” (2001)
Le note di copertina sono del giornalista Gil Kaufman. Contiene inoltre un documentario di studio inedito (con interviste e immagini di perfomance dal vivo, tra cui quelle dei concerti in Sudamerica di inizio 2001), un videoclip di una versione remixata di “I’ll take the rain” e una photogallery.

“In Time” (2003)
Contiene due videoclip di “Bad day”, uno dei quali con inquadrature multiple selezionabili dal telecomando e una photogallery .

“Around the sun” (2004)
Contiene un EPK sulla registrazione del disco, due brani dal vivo (“She just wants to be” e “Imitation of life”) registrati dal vivo a Londra, alla St. James Church, nel settembre 2004 e due canzoni estratte dal DVD dal vivo “Perfect square”, oltre a una photogallery e ai testi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.