«CHANGES - Kelly Osbourne» la recensione di Rockol

Kelly Osbourne - CHANGES - la recensione

Recensione del 04 feb 2004 a cura di Paola Maraone

La recensione

Dico - e non per questo sono un genio - che Kelly Osbourne non avrebbe mai fatto un disco se non fosse una vera “figlia di”.
Ad ogni modo, meglio lei di tanti altri: e tra l’altro sull’album è più simpatica che in quella specie di sit-com che hanno organizzato gli amici di Mtv e suo padre. Carino, peraltro, che la piccola abbia inserito nel suo disco un duetto con papà Ozzy, nel brano “Changes”, che chiude l’album e gli dà pure il titolo. Certo, non dimenticate che questo disco in realtà è una re-release, arricchita e tirata a lucido, del precedente “Shut up”, uscito un anno e mezzo fa (difficile trovarlo in Italia).
Ad ogni modo: è carino che Kelly canti come suo padre (ma la voce è più giovane e fresca).
E poi: curiosa la cover di “Papa don’t preach” versione punkmetalrock. E i singoli “Come dig me out” e “Shut up”. Curioso, e interessante, anche il fatto che Kelly abbia scritto tutti i brani da sé (con l’eccezione della cover di “Changes”, s’intende). La principessa antipop non è una completa inetta, anzi. E se smettesse quell’arietta da diva-contro-tutti, sempre pronta a sparare su chi è più glamorous e fa più soldi di lei (Britney), probabilmente la sua immagine ne guadagnerebbe. Ad ogni modo va bene anche così: ascoltando “Changes” si ha l’impressione che Kelly si sia divertita, a scriverlo e cantarlo, e questo vuol dire già molto. Se poi guardiamo al mondo del punk femminile, lei è davvero outstanding. Certo, se siete fan di Belle&Sebastian, lasciate perdere “Changes”. Che tutto sommato potremmo definire un ottimo “My first punk album” per ragazzine dai sette anni in su: i testi sono innocui, a tratti istruttivi, la musica – orecchiabilissima – è un furbo mix tra Blink e Pink (perdonate il bisticcio). Ci sono brani di cui si farebbe volentieri a meno (tracce 13, 14, 15, 16: assolutamente non indispensabili, perché sono il rifacimento live delle tracce 2, 1, 9, 7), ma da una ragazzona incazzata e impertinente come Kelly ci aspettavamo molto, molto peggio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.