«LADRA DI VENTO - Giorgia» la recensione di Rockol

Giorgia - LADRA DI VENTO - la recensione

Recensione del 27 set 2003 a cura di Paola De Simone

La recensione

In "Ladra di vento" siamo davanti a Giorgia cantante, Giorgia interprete e Giorgia autrice di musica e testi. Insomma, in questo disco si passano in rassegna tutte le capacità artistiche della cantante romana: i quattordici brani in tracklist sono stati scritti tutti da lei, con qualche collaborazione sparsa, oltre che da lei prodotti.
Che Giorgia sia un'artista piena di talento è un dato indiscutibile, ma c'è un fattore dal quale non si può prescindere (e questo disco fornisce un'ottima occasione per parlarne): c'è sempre un modo migliore per esprimere al meglio le proprie doti. Ecco, a noi sembra che Giorgia non abbia ancora intuito qual è quello a lei più adatto - se potessimo suggerirglielo, le diremmo di dedicarsi alle intense interpretazioni di cui è capace, archiviando l'aspirazione compositiva.
Ascoltiamo questo nuovo disco e inizialmente la bellezza della sua voce ci riempie (è sicuramente una delle voci italiane meglio educate e dotate di grande estensione), ma poi ci soffermiamo sulle canzoni e qui di soddisfazione ad attenderci ce n'è proprio poca. Testi elementari ("la luna mi ha chiamato e se mi gira ci vado, nel frattempo sto qua come una scema, e imparo a stare da sola" - "La Gatta"), nonostante lo spessore dei contenuti (tra cui la guerra e la follia umana), ma soprattutto sound tipicamente internazionali - R&B, soul, funky - triti e ritriti, a rivestire idee affatto originali (perché mai dovremmo averne bisogno, se ci sono già tanti altri artisti stranieri che l'hanno fatto prima e meglio?). Una voglia (mal consigliera) di andare oltre confine che trova sfogo qua e là dall'intrusione in testi italiani di parole in lingua inglese (in "Nouveau sourire" anche in francese). Per carità, la pronuncia di Giorgia è dignitosissima, come lo è sempre (e lo ribadiamo) la sua impeccabile capacità interpretativa, ma resta il fatto che alla fine dell'ascolto pochissime canzoni ci sembrano degne di nota: per esempio "L'eternità" e "Gocce di memoria" (bellissimo brano che abbiamo già conosciuto in veste di tema musicale dei titoli di coda del film "La finestra di fronte"). Guarda caso due canzoni musicalmente non composte da Giorgia, ma rispettivamente da Tommy Barbarella e Andrea Guerra, che ne sono anche produttori.
Il resto è rimesso al lavoro di Giorgia, al suo grande impegno, che non intendiamo sottovalutare, ma che giudichiamo duramente perché ci aspettiamo sempre di più da chi questo "di più" è in grado di darlo. Ma lei si ostina a voler scrivere le "sue" canzoni, senza avere l'umiltà di lasciare che altri (più in grado) lo facciano (appositamente) per lei. ''Io oggi sai che faccio? Scrivo come mi pare, uno spirito libero sa quello che vuole'', canta in "Spirito libero", ma la libertà si paga anche a prezzo di grandi critiche. Questa è la nostra.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.