«BESIDES - Buffalo Tom» la recensione di Rockol

Buffalo Tom - BESIDES - la recensione

Recensione del 18 mag 2002 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Non sono mai stati popolarissimi, i Buffalo Tom. Arrivando da Boston, hanno sempre vissuto nel cono d’ombra dei più acclamati Dinosaur Jr.. Eppure, soprattutto verso la metà degli anni ’90, hanno prodotto una manciata di dischi caratterizzati da un pop-rock di derivazione punk di ottima fattura.
La radice del gruppo è la stessa del gruppo di J. Mascis. Quello che i Buffalo Tom aggiunsero in più fu un'attenzione maggiore alla forma-canzone e alla melodia, con un suono sempre “indie”, ma decisamente meno sporco e “lo-fi”.
A ricordarci l’esistenza di questo gruppo “di culto” (perdonateci la terribile espressione) arriva questa raccolta “Besides”, dal titolo più che esplicativo. Segue a poco meno di due anni un’analoga “Asides”, e tampona un vuoto di nuove produzioni che dura dal 1998, quando uscì l’ultimo album, “Smitten”.
Le raccolte di inediti, lati B e rarità non sono sempre il modo migliore di farsi un’idea del suono di un gruppo, come ci è capitato di notare anche recentemente parlando di “Holiday in the dirt” di Stan Ridgway. Come in quel caso, sfruttiamo però l’occasione per portare all’attenzione dei nostri lettori il nome di un gruppo sottovalutato ed un po’ dimenticato. “Besides” contiene le inevitabili cover, “She belongs to me” di Dylan e una lunga, bella versione elettrica di “All tomorrow’s parties” dei Velvet Underground. Qualche inedito e rarità, che non fanno che confermare che il periodo migliore del gruppo è stato quello della prima metà degli anni ’90, quello di dischi come “Let me come over” (1992) e “Big red letter day” (1993), rappresentato da brani come “Witches” o “For all to see”. In alcuni brani emerge la vena più folk ed acustica (“The way back”, “Anchors aweigh”), ma a dominare sono i riff di chitarra secchi, e la voce melodica, quasi adolescenziale di Bill Janovitz.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.