«AMA - Cecilia Chailly» la recensione di Rockol

Cecilia Chailly - AMA - la recensione

Recensione del 11 dic 2001

La recensione

Un disco atipico, che comincia con le voci e i rumori di un mercato indiano e finisce con una poesia del ‘600. Un viaggio esplorativo più che un album tradizionale: Cecilia Chailly, arpista classica pentita, ha deciso di darsi al pop dopo un breve transito nella new age (con il cd “Anima”).
E ha messo assieme tredici brani simili a piccole storie più che a canzoni, che pescano da una moltitudine di generi: lounge, jazz, blues, jungle, techno, world, (ancora) new age, chi più ne ha più ne metta, con qualche eco sinfonica (!) qua e là. La Chailly ha spiegato che il suo intento era quello di descrivere in musica un percorso “che andasse dalla terra al cielo”: spinta dall’ansia di sperimentare, ha attraversato un mondo di possibilità sonore, facendosi forte della sua competenza (ha studiato composizione, è stata prima arpista alla Scala) e dei suoi viaggi (è stata in tantissimi posti, e da ciascuno ha portato indietro uno strumento. Che poi ha usato).
Le passioni più grandi di Cecilia restano l’Oriente e l’India. Di qui vengono le suggestioni (nei suoni e nei testi) che permeano tutto l’album. “Ama” è un disco adatto a chi voglia meditare, riflettere, magari (con la musica) anche curarsi un po’: la Chailly crede nel valore terapeutico delle canzoni, e il suo album in effetti (se ascoltato in sottofondo) può aiutare a rilassarsi e a sciogliere qualche nodo in mezzo all’anima. Certo, “Ama” non può essere definito un album pop in senso classico. E se non vi piace il genere riflessivo-intimista-un-po’-sdolcinato, potreste arrivare a odiare la Chailly e tutte le sue produzioni. Ascoltatori avvisati…


(Paola Maraone)

TRACKLIST

01. Anima
02. Terra
03. Che devo fare?!!
04. Oceano luce
05. Ama
06. Alleluja om
07. Oh luna!
08. Dea del mare
09. Amore puro
10. Fra passato e futuro
11. Segnali di fumo
12. Tricky dog blues
13. Finestra d’autunno
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.