«LIVE BY REQUEST - K.D. Lang» la recensione di Rockol

K.D. Lang - LIVE BY REQUEST - la recensione

Recensione del 17 set 2001

La recensione

Un disco d’altri tempi per una cantante d’altri tempi. k. d. land (rigorosamente con le minuscole) si è ormai calata sempre più nella contemporanea versione femminile di un crooner anni ’50. Una figura androgina che allora sarebbe sembrata altamente improbabile e che oggi non fa più paura a nessuno. Gli ultimi due dischi –la raccolta di cover dedicate al fumo “Drag” e l’esercizio di stile alla Bacharach dell’estivo “Invincibile summer” - avevano segnato un distacco sempre più netto dagli esordi di un country pur atipico, spingendo la musica verso lidi teoricamente più retrò, di fatto molto più alla moda visto il revival di genere degli ultimi anni.
Questo “Live by request” sembra chiudere un cerchio. Non rinnega il passato, anzi. Lo recupera e lo riattualizza in una nuova forma. Dell’ultimo lavoro sono presenti solo tre brani (“Summerfling”, “Simple” e “The consequences of falling”), per il resto il repertorio è equilibratamente scelto da tutta la carriera della cantante, a partire dall’esordio di “Angel with a lariat” (1986). E’ musica da camera, quella di k.d. lang, con arrangiamenti fuori dal tempo, con pochissime concessioni agli stereotipi musicali (qualche slide un po’ troppo country qua è là, o il pur bellissimo pop di “Constant craving”). Una musica fatta insistendo sulla Canzone con la “C” maiuscola, quella nella sua forma più classica, e su una voce che certo non teme confronti o esami.
Forse questo non è il disco migliore per scoprire la cantante: il suo capolavoro rimane il precedente “Invincibile summer”. Di sicuro “Live by request” ha dalla sua un grande piacevolezza ed una grande classe nell’interpretazione delle canzoni. E, soprattutto, ha un significato nel percorso artistico di questa cantante davvero fuori dagli schemi, in tutti sensi.

(Gianni Sibilla)

Tracklist:
“Summerfling”
“Big boned gal”
“Black coffee”
“Trail of broken hearts”
“Crying”
“Don’t smoke in bed”
“The consequences of falling”
“Miss Chatelaine”
“Three cigarettes in an ashtray”
“Barefoot”
“Constant craving”
“Wash me clean”
“Pullin’ back the reins”
“Simple”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.