«IMAGINARIA - Almamegretta» la recensione di Rockol

Almamegretta - IMAGINARIA - la recensione

Recensione del 15 lug 2001 a cura di Francesco Casale

La recensione

E’ un tutt’uno la musica degli Almamegretta, fatta di variazioni su un’idea base che è la stessa da anni. Pare quasi si plasmi da sola: un fiume sotterraneo di frequenze basse, di loop, con sopra un caleidoscopio di melodie quasi impalpabili e soprattutto di suoni, non ultimo quello della voce di Raiss, velata, impura.
Da tempo non sono più ragazzi i tre napoletani che stanno dietro alla sigla Almamegretta. E’ da dieci anni che sono in giro. E intendono starci ancora. Sono arrivati al quinto album, ma anche questo non è che un’altra serie di variazioni, di oscillazioni, di alterazioni, di sollecitazioni, come il ripescaggio di qualche suono da progressive anni settanta. C’è sempre il sole di Napoli imprigionato, che magari entra attraverso una grata all’interno di una cantina buia e lascia per terra sottili tracce di luce. Una miscela di gelo e calore trattenuto. In “Imaginaria”, che fra l’altro era il titolo anche di un disco di un’altra formazione italiana, i Samsara, si potrebbero tranquillamente attaccare uno all’altro i pezzi, senza soluzione di continuità. Forse sarebbe stata la cosa migliore.
Si parte dal silenzio che ci mette diversi secondi prima di diventare “Imaginaria”, il primo pezzo, dove compare un bel pianoforte. O meglio un bel suono di pianoforte. Ed è un campione significativo del resto. E’ già tutto lì. Immagini mosse, dub e psichedelia, Africa, Arabia ed altro ancora. Un magma che si muove lento, ma che sa accelerare.
Il napoletano lascia posto a volte all’inglese, per interi brani (“Crazy days & crazy nights” e “Rubb da dubb”) o anche solo per qualche frammento. I testi potrebbero anche essere stupendi, ma sono più che altro suono anche loro. “Imaginaria” è, ma non è una novità neanche questa, un disco che può cercare fortuna da altre parti del mondo. Se la loro casa (BMG) scommettesse su di loro. Ma non lo farà.
E’ l’ultimo che la band incide con questa major. Per capire dove andranno gli Almamegretta conterà anche il loro prossimo contratto discografico.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.