«KARMA - Kamelot» la recensione di Rockol

Kamelot - KARMA - la recensione

Recensione del 16 mag 2001

La recensione

I Kamelot, fin dagli esordi, hanno fatto ben sperare per la loro capacità di miscelare un’immagine epica ed affascinante con un metal ben suonato ed una struttura vocale melodica degna di approvazione. Il nuovo disco intitolato Karma – il quinto della loro discografia – arriva a pochi mesi di distanza dal precedente live ed è un album decisamente maturo, che esplora diversi argomenti non toccati da altre band appartenenti allo stesso genere. In questo episodio, prodotto magistralmente ancora da Sacha Peth e da Miro, sono accantonate le gesta di Re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Youngblood&soci indirizzano qui le tematiche sulla religione ed il credo buddista, andando a parare anche su episodi molto personali. I fan non dovranno però disperare, poiché i Kamelot non hanno certo perso la connotazione “medioevale” delle loro composizioni. Oltre al cambiamento di testi, (alla lunga poteva veramente diventare una pericolosissima gabbia senza via d’uscita mantenere lo stesso filone), la musica si è ispessita, diventando più heavy dei precedenti lavori. Ma ciò non vuol dire che il sound si sia fatto brutale: ogni brano è infatti come al solito curato ed elegante nei minimi dettagli. Tra titoli propriamente metal e ballate acustiche, i Kamelot si cimentano anche con l’epico di “Elizabeth”, canzone divisa in tre parti la cui storia narra della famigerata contessa di Bathory. Non manca anche la classica strumentale “Mirror mirror” e la struggente “Don’t you cry”, delicata canzone dedicata da Youngblood al padre. Ancora una buona prova dei Kamelot senza alcun dubbio.

(Angelo Ferrari)

TRACKLIST

01. Regalis apertura
02. Forever
06. Karma
07. the lights shine on you
12. Requiem fot he innocent
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.