«IN STEREO - Bomfunk Mc's» la recensione di Rockol

Bomfunk Mc's - IN STEREO - la recensione

Recensione del 12 ott 2000

La recensione

Dopo avere letteralmente spopolato in patria, B.O.W. e DJ Gismo, due giovani dj’s finlandesi, partono con la loro disco-volante alla conquista del mercato continentale. In patria questo album ha ottenuto tutto ciò che poteva ottenere: tre singoli al primo posto delle hit parade e tre Emma Awards (l’equivalente locale dei Grammy). Uscito in Finlandia la scorsa estate, questo album tenta ora la sorte in Italia, forte dei buoni risultati ottenuti un po’ in tutto il nord Europa. “In stereo” è un album commerciale fino al midollo, ma è contraddittoriamente avulso dai trend dell’ultima ora e presenta suoni e ritmi peraltro fuori moda, stravolgendo una serie di teorie sull’esigente popolo delle discoteche al quale è comunque indirizzato. La base è pura disco-music, sulla quale si muovono sampler, campionamenti e groove revival che vanno dal rock al pop, con un’attitudine da break dancer e un cantato rap. La tracklist si apre con il primo singolo, “Uprocking beats”, che, insieme a “Stir up the bass”, è il brano più classicamente disco commerciale. “Other Emcee’s” è introdotta da un rumore di elicottero e la voce è filtrata da un vocoder anni ’80, in perfetto stile Kraftwerk. Il secondo singolo tratto dal Cd è “B-Boys & flygirls”, tra scratch e riff di chitarra rock, mentre il terzo single dell’album, “Freestyler”, affianca uno space sound a un dobro in slide. Vecchi suoni di moog per una “Rocking (Just to make ya move)” e tastiere-violini per la ballata pop “Sky’s the limit” con la presenza di K rtsy. Il ragga style di “Fashion styley” deve la voce a Mr. B dei Bu Bu Man; il funky di “1, 2, 3, 4” è “disturbato” dagli scratch di J.A.K. dei Cool Sheiks. Se “Rock, rocking da spot” è dominato da una chitarra metal, “In stereo” mostra un inserto simil-flamenco su un groove che sta fra Prince e la disco anni ’80. Dopo il parlato di “Spoken world”, l’album si chiude con due tracce multimediali contenenti i video di “Uprocking beats” e “Freestyler”.
(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.