«RONAN - Ronan Keating» la recensione di Rockol

Ronan Keating - RONAN - la recensione

Recensione del 18 set 2000

La recensione

L’album che segna il debutto solista di Ronan Keating è frutto di un’attenta, precisa e in fondo furba operazione che ha visto coinvolto un manipolo di autori e produttori più o meno di grido (tra cui Barry Gibb, Bryan Adams e Gregg Alexander) che hanno confezionato una scaletta di 14 brani che saltellano in modo disinvolto da una sfumatura all’altra del pop, senza alcun filo logico ma con un obiettivo chiaro: soddisfare in un modo o nell’altro i gusti di tutti. C’è il rock di “Life is a rollercoaster”, firmata come “Heal me” – parentesi vagamente anni Ottanta - dall’ex-New Radical Gregg Alexander; c’è la ballata alla Bryan Adams – e di Bryan Adams - “The way you make me feel” che fa il paio con la struggente “In this life” e “Only for you” ; ci sono, non poteva essere altrimenti, gli attacchi da melodia tradizionale irlandese di “Keep on walking” e “If you love me” che poi, disinvoltamente, si trasformano in pezzi pop di ottima confezione ma davvero senza anima, grinta, passione. Alternando un brano ritmato a una ballata strappalacrime, Ronan Keating fa sfoggio delle sue doti di cantore che si strugge d’amore. Perché sì, se i ritmi sono vari i contenuti no: Ronan, in ognuno dei quattordici brani dell’album ama, deve convincere ad amare, ricorda di aver amato, non ha mai amato nessuno così, non può evitare di dire che ama, non può impedirsi di pensare alla donna che ama. E’ uno sprecarsi di “guardarsi negli occhi”, di “solo tu mi fai sentire così”, di sogni che si realizzano “perché sono amato da te”. E via con i violini e i cori. Davvero un’overdose di romanticismo un po’ banale, che lascia la spiacevole sensazione di ascoltare una compilation di canzoni d’amore in fondo già sentite e interpretate tutte allo stesso modo, con lo stesso prevedibile struggimento. Stucchevole.
(Laura Centemeri)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.