«CAMOUFLAGE - Ditonellapiaga» la recensione di Rockol

“Camouflage”: l’autoritratto di Ditonellapiaga

Nel suo primo album in studio la cantautrice romana, in gara a Sanremo 2022 insieme a Donatella Rettore con il brano ‘Chimica’, si traveste e si trasforma per raccontarsi e sperimentare diversi generi musicali.

Recensione del 14 gen 2022 a cura di Elena Palmieri

Voto 7/10

La recensione

Per esordire sul mercato del disco Ditonellapiaga ha deciso di travestirsi e camuffarsi in molteplici personaggi per raccontarsi e sperimentare diversi generi musicali. Nel suo primo album in studio, infatti, la giovane cantautrice romana è una sorta di creatura camaleontica che, mutevole e versatile, si trasforma a livello musicale e umano, passando dall’r&b alla frenesia della musica elettronica fino al cantautorato pop italiano. Proprio per questo Ditonellapiaga ha scelto “Camouflage” come titolo del suo nuovo lavoro discografico che, in uscita per Dischi Belli/BMG Italy, anticipa la sua partecipazione in gara al Festival di Sanremo 2022 insieme a Donatella Rettore con il brano “Chimica”.

L’autoritratto di Ditonellapiaga

“È un disco al quale lavoro da tanto tempo”, ha raccontato a Rockol Margherita Carducci - questo il nome all’anagrafe dell’artista, classe 1997 - il cui percorso nel mondo della musica ha preso il via nel 2019 grazie all’incontro con il duo di producer romani bbrod (Alessandro Casagni e Benjamin Ventura) e con la pubblicazione del primo singolo, “Parli".

 Dopo essersi fatta conoscere per l’interpretazione di “Per un'ora d'amore” dei Matia Bazar e la pubblicazione dell’Ep “Morsi”, a cui ha fatto seguito “Morsi remix”, Ditonellapiaga ha maturato l’idea di realizzare un album, in arrivo solo ora sui mercati a causa della pandemia da Coronavirus. Spinta dalla voglia di raccontarsi attraverso storie personali o di fantasia, e dal desiderio di sperimentare suoni e stati d’animo differenti e mutevoli, la cantautrice ha così dato forma a “Camouflage” che, nonostante il titolo e le trasformazioni di Margherita, nel suo insieme si presenta come l’autoritratto di Ditonellapiaga. Questo tuttavia, vedendo l’artista al suo esordio discografico vestire prima i panni di icona urban introspettiva (come nel singolo “Non ti perdo mai”, scritto insieme a Fulminacci) poi di femme fatale di un film noir o di ragazza che nelle sue canzoni sviscera sentimenti e sogni, risulta un ritratto non ancora del tutto messo a fuoco. Ciononostante, “Camouflage” presenta alcune intuizioni e spunti che in futuro potranno essere più definiti, lasciando prevedere un percorso in salita per la cantante.

Tra erotismo, provocazione e introspezione

Mentre alla base della scrittura dei suoi brani vi è l’idea di condividere idee personali e storie talvolta inventante, a livello musicale Ditonellapiaga si lascia ispirare dai suoni per giocare sull’incontro di diversi stili. Così “Camouflage” passa dalle tinte elettroniche e dance di “Morphina”, traccia apripista del disco e tra i suoi momenti più interessanti in cui Margherita celebra - senza mezzi termini - la corporeità dimenticata in tempo di pandemia (“La tua ombra tatuata sul mio corpo mi scopre, mi esplora / Sedativo atomico scorre, tra le nostre labbra si scioglie”), a una ballad dal sapore agrodolce sui legami personali come “Non ti perdo mai”. 

La malinconia della seconda canzone viene però subito spazzata via dal ritmo di “Vogue” che, insieme a “Repito”, “Tutto ok” e l'eclettica "Prozac", vedono Ditonellapiaga spingere sull’acceleratore e giocare con la dance o i ritmi latini per diventare sia sensuale e provocante che evocativa e tagliente. Proprio il suo essere provocatorio e provocante, ispirandosi a Donatella Rettore, hanno portato alla scrittura di “Chimica” in duetto proprio con la voce di “Kobra" che, dopo Sanremo, sarà inclusa nella versione fisica di “Camouflage” in uscita a febbraio dopo la rassegna ligure.

Il lato più intimo di Margherita

Come un camaleonte, non tanto per nascondersi ma aspirando alla versatilità, nel suo primo album in studio Ditonellapiaga mostra anche il lato più intimo di sé, attraverso canzoni avvolte da una dolce malinconia quali “Come fai” o “Spreco di potenziale”, in cui pianoforte e voce sono protagonisti per raccontare di un amore incompiuto.

“Siamo uno spreco di potenziale / Tu mi dici che hai bisogno di due settimane / Io che per vederti ho preso il quarto regionale”, canta Margherita in un passaggio della sesta traccia di “Camouflage”. Tra sonorità soul e spunti presi dalla canzone d’amore anni ’60, nel disco l’amore è anche quello di una storia che sta per esplodere. In uno scenario romantico, quasi retrò, costruito su archi e voce del pezzo “Dalla terra all’universo”, dove si inseriscono poi a gamba tesa basso, cassa e rullante, Ditonellapiaga canta di resistenza in modo diretto, dando prova della sua abilità nella scrittura: “Strappami il cuore dal petto / Strappami il cuore che non riesco / A capire cosa sento”, recita il ritornello. Il pieno di energia, però, non abbandona mai Margherita, nemmeno quando, su una base dal sapore psichedelico, canta di due innamorati in “Altrove”, il cui finale tragico ricorda che il destino può essere beffardo.

La vitalità unita alla teatralità, figlia degli studi di teatro della cantautrice, e al suo restare sempre con i piedi per terra con un velo di cinismo è un po’ il punto di forza di Ditonellapiaga, come emerge nell’ultima traccia del disco “Carrefour Express”. Suoni elettronici, tappeti di violini, atmosfere vintage chiudono quindi “Camouflage”, una buona prima prova sulla lunga distanza per una giovane artista che potrà stupire in futuro e anche dal vivo, non solo sul palco del Teatro Ariston ma anche in occasione del tour a supporto dell’album.

 

TRACKLIST

01. Morphina (02:46)
02. Non ti perdo mai (03:05)
03. Vogue (02:51)
04. Prozac (02:33)
05. Come fai (03:05)
06. Spreco di potenziale (02:52)
07. Dalla terra all'universo (03:04)
08. Repito (02:35)
09. Connessioni (02:55)
10. Tutto ok (02:32)
11. Altrove (02:43)
12. Carrefour Express (03:34)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.