Le Vibrazioni: ‘Con 'En vivo' si chiude un capitolo e se ne apre uno nuovo’

Le Vibrazioni: ‘Con 'En vivo' si chiude un capitolo e se ne apre uno nuovo’
Uscirà a breve, il 18 aprile, il nuovo cofanetto delle Vibrazioni intitolato “En vivo”: due cd, un dvd e un piccolo libro fotografico riassumeranno gli ultimi 4 anni trascorsi dalla band, che in questo tempo si è esibita in oltre 400 concerti.

Concepito come un greatest hits, la raccolta conterrà alcuni singoli delle Vibrazioni in versione live e gli ultimi videoclip (compreso quello di “Drammaturgia”), oltre all’inedito “Insolita”.
“I dischi live hanno un’importanza particolare per le band, ce ne sono alcuni che hanno fatto la storia, come ‘Made in Japan’ dei Deep Purple”, ha spiegato Francesco Sarcina, che ha poi aggiunto: “Sono passati 4 anni dal nostro ultimo dvd, è il momento di far vedere cosa siamo diventati”.
Questa uscita, ha precisato il cantante, segna anche la conclusione di un capitolo della storia delle Vibrazioni: il bassista Marco Castellani ha abbandonato il gruppo, lasciando il posto ad Emanuele Gardossi.
“Alla luce del distacco di Marco, con questa pubblicazione il cerchio si chiude”, ha raccontato Francesco, “il nostro suono è cambiato, ora siamo in tour con Gardossi, che è già stato parte della band sedici anni fa, e con noi c’è anche Marco Trentacoste”.
Il leader ha motivato la scelta di Castellani di dedicarsi ad altri progetti spiegando che “la sua esigenza era dettata dalla mancanza di sintonia, ha spiazzato anche noi, ma per lui si trattava di una questione sia artistica che personale”.

Interrogato sulla possibilità, un giorno, di poter seguire la stessa strada del bassista, Sarcina ha dichiarato: “Io sono individualista, lo ammetto. Scrivendo, concentro tutto su di me. Il punto è che qualsiasi cosa faccio, la penso sempre in nome del verbo Vibrazioni. Ciò non toglie che nei momenti di pausa del gruppo ognuno possa dedicarsi a progetti suoi”.
Su queste parole, Stefano Verderi ha aggiunto che “En vivo” ha voluto dimostrare anche questo: nonostante Francesco Sarcina sia “la colonna vertebrale delle Vibrazioni”, è il lavoro di tutti a rendere unica la loro musica.
La registrazione del concerto contenuta nel dvd documenta un’esibizione tenutasi in Campania, “live in Avellino” ha scherzato qualcuno, e il titolo è stato scelto proprio in funzione del luogo: “Con le luminarie della città intorno al palco, sembrava di essere in Messico. Per questo abbiamo pensato di tradurre il solito ‘live’ in ‘en vivo’, il corrispondente in spagnolo”, e così, dal vivo, il gruppo continua a girare l’Italia: il loro tour, che si sarebbe dovuto concludere il 17 maggio, è già stato prolungato fino al 5 giugno.

Una volta terminate le date in programma, potrebbero continuare a girare l’Italia anche nel periodo estivo (“Forse anche l’Heineken Jammin’ Festival, vedremo”, ha detto Verderi), e cominciare poi a suonare nei club in autunno.
Per il 2009, invece, le Vibrazioni contano di riuscire a sdoganare la loro musica: “L’Italia è piccola”, ha spiegato il cantante, “ma per sbarcare all’estero, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, bisogna organizzarsi. Sicuramente in quel caso faremmo delle canzoni in inglese, ma niente traduzioni, ci ho già provato e non funziona. Preferisco scrivere brani completamente nuovi”.
Nel frattempo, Le Vibrazioni si divertono a giocare con un altro mondo: quello del cinema.
Il singolo “Insolita” è stato scelto come colonna sonora del nuovo film di Sergio Rubini, intitolato “Colpo d’occhio”, e il video di “Drammaturgia” vede la partecipazione di attori professionisti come Riccardo Scamarcio e Sabrina Impacciatore, oltre a Paolo Bonolis.
“Sono tutti amici”, ha spiegato Sarcina, “ci siamo divertiti molto a recitare in questo video. L’idea di utilizzare l’immaginario dark in maniera ironica, ispirandoci ai film di Tim Burton, riflette la mia preoccupazione nei confronti dei tempi moderni: li trovo decadenti”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.