Remo Remotti: come fare ridere (e non solo) in musica

Remo Remotti è un personaggio come se ne incontrano pochi.

A ottantadue anni, dopo una vita avventurosa spesa tra Roma e Berlino, Milano e Lima, facendo il pittore, l’attore e il poeta, Remo è ancora sulla cresta dell’onda. Anzi, è ancora “In voga”, come suggerisce il titolo del suo nuovo album uscito a gennaio. In questa seconda prova da cantautore propone diciotto “poesie musicate” (più due bonus track per chi acquista il CD su iTunes) in cui il suo parlato resta il filo conduttore dell’album, nonostante le musiche siano più elettroniche rispetto al precedente "Canottiere": “Io sono un poeta che recita le sue poesie”, ci tiene a precisare Remotti, “spesso faccio delle serate con il pubblico, specialmente giovane, proprio perché il mio modo di recitare e di urlare li fa ridere”. Del resto, come si fa a non sorridere davanti agli inediti “La guerra dei vecchietti” e “Patrizia”: “’La guerra dei vecchietti’ è un’idea geniale: la guerra, piuttosto che essere fatta dai giovani, che è un peccato che vadano a morire a vent’anni, dovrebbe essere fatta dai vecchi, così ce li leviamo dalle scatole! È meglio morire con una palla in testa che morire senza palle dentro un ospedale intubato come un serpente dopo mesi di sofferenze. ‘Patrizia’, invece, parla di una donna atomica, abbondante, generosa, che tra le gambe c’ha il Mato Grosso”. Nel disco, oltre ai brani inediti, Remotti recita con il consueto ardore anche alcuni classici dei suoi spettacoli, come “Ciao Freud” e “La fica non vale più un cazzo”. “Quella di Freud è una lunga storia, visto che negli anni Ottanta ho scritto questo dialogo con il padre della psicoanalisi, e l’ho anche impersonificato nel famoso film ‘Sogni d’oro’ di Nanni Moretti. ‘La fica non vale più un cazzo’ è invece frutto di un’illuminazione onirica: una sera ero triste, mi sono bevuto una bottiglia di whisky, mi sono addormentato e ho avuto un incubo. Mi è apparso un drago fiammeggiante che mi diceva: ‘Sappi che come per i comunisti è morto il comunismo, ovvero l’ideale per cui hanno combattuto tutta una vita, allo stesso modo è morta la vostra ragione d’esistere: la fica. Non c’è più, non ne fanno più’. Allora vivo questa situazione spaventosa, in cui ci viene tolto questo valore sacrosanto, finchè finalmente, alle cinque di mattina, in un bagno di sudore, mi sono risvegliato”. Ma Remo Remotti non è soltanto un semplice intrattenitore, è anche un punto di riferimento per i numerosi giovani che leggono i suoi libri e seguono i suoi spettacoli: “Qualche volta mi è successo di incontrare ragazzi che si affezionano a me. Recentemente una ragazza mi ha mandato una lettera commovente, dicendo: ’Remotti tu mi hai salvato la vita, perché ero in depressione, non trovavo me stessa, mentre con i tuoi libri non solo mi hai messo allegria e gioia di vivere, ma mi hai anche parlato dei tuoi problemi che sono molto simili ai miei’. È una gioia non indifferente incontrare una giovane donna che ti parla in questo modo”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.