NEWS   |   Italia / 07/02/2007

Battiato presenta ‘Il vuoto’ e parla del nuovo film

Battiato presenta ‘Il vuoto’ e parla del nuovo film
Tutto cambia per rimanere uguale, nella musica di Franco Battiato. Venerdì 9 febbraio esce “Il vuoto”, il primo disco di inediti del Maestro da “Dieci stratagemmi” (2004), nonché album che segna il ritorno alla Universal dopo diversi anni passati alla Sony (ora Sony/BMG).
“Il vuoto” è anche il singolo che ha anticipato il disco, ed è la canzone che meglio racconta il Battiato del 2007, sospeso tra sperimentazione e (la sua) tradizione: diversa eppure riconoscibilissima, a partire dalla scrittura (a cui collabora l’ormai fido Manlio Sgalambrio); la canzone unisce musica elettronica, rock e orchestrazione (London Simphony Orchestra), con un testo che, a partire dagli affanni quotidiani come il traffico parla del “Vuoto di senso/senso di vuoto”, che “è anche guardare una cosa come se fosse per la prima volta, chiedersi perché mi trovo in una condizione, se ne vale la pena, stare per esempio tre ore in colonna in auto”, racconta Battiato alla presentazione del disco, avvenuta oggi nella sede della casa discografica che lo aveva seguito fino a “Fleurs” (1999) e che adesso pubblica questo nuovo disco
Nel brano, così come in altri due del disco compaiono le MAB, giovane rock band al femminile conosciuta a Londra, e già notata sul disco-tributo a Giuni Russo. “Le ho incontrate ad un concerto, ho chiesto loro di partecipare al mio film. Quindi ho mandato loro un MP3, chiedendo di cantarlo. ‘Ma io sono la chitarrista’ , mi ha risposto una di loro. Lo so, ho detto io. ‘Ma non ho mai cantato’. Lo so, ho risposto un’altra volta. Quindi quello che si sente su ‘Il vuoto’ sono le voci delle chitarriste, oltre che le chitarre". Nel disco compare anche un’altra giovane band, gli FSC di Davide Ferrario, con cui Battiato lavora da tempo, e tra poco in gara tra i giovani a Sanremo.
Tra le canzoni del disco spicca la delicata “Niente è come sembra”, che è anche la canzone che dà il titolo al nuovo film di cui Battiato è Regista: “Ho appena finito di montarlo, lo presenterò a marzo. E’ un dialogo teologico sull’esistenza di Dio, non è un film tradizionale, è lontano dalla solita meccanica cinematografica. Non so se lo porterò a qualche rassegna: è una pellicola che ha bisogno di protezione, che richiede la collaborazione dello spettatore”. Il film vede come attori Pamela Villloresi e Giulio Brogli, oltre ad un cameo dello scrittore Jodorowsky nella parte di se stesso.
Battiato è anche regista del clip de “Il vuoto”, in cui recita la parte del manager delle MAB, che fanno un provino per suonare in un teatro, il cui direttore è interpretato da Manlio Sgalambro. “Man mano che aumenti la tua esperienza, tutte le cose ti aiutano a raffinare il linguaggio”, dice delle influenze del lavoro come regista sulla sua musica.
Dopo qualche considerazione sulla sua Catania, in questi giorni al centro delle cronache per i noti scontri seguiti alla partita con il Palermo, il discorso torna alla musica: “I miei rapporti con la discografia sono splendidi, non ho mai avuto problemi”, dice, sollecitato sul suo ritorno alla Universal. “Ho avuto molto di più di quello che mi aspettassi, forse di più di quello che meritavo. Potrei lamentarmi? Se un’etichetta non lavora su un disco il problema è loro, a me non dispiace essere sotto una certa soglia di visibilità. Se facciamo i conti sulla mia carriera ho fatto 20 anni con un’etichetta e ho cambiato poche volte… Faccio musica con grande divertimento da quando sono un ragazzo. Non è che il successo abbia scalfito qualcosa… Ma tra una serata a casa e una su un palco, sceglierei una a casa. Insomma, se non potessi più fare dischi e nessuno ascoltasse più una mia canzone sarei felice, non mi dispererei di certo”.
Alla fine della chiacchierata, emergono i programmi immediati e futuri di Battiato: un’esibizione a “Che tempo che fa” di Fabio Fazio con le MAB. “Può essere”, dice invece di una sua comparsata sul palco del festival, dopo l’invito del conterraneo Pippo Baudo. Poi un tour, più avanti nell’anno, in cui saranno presenti ancora le MAB, che faranno pezzi loro, pezzi con Sgalambro e i tre brani de “Il vuoto” con Battiato.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi
De Gregori in tour
Scopri qui tutti le date!