Renato Zero: 'Fonopoli questa volta si farà'

Renato Zero: 'Fonopoli questa volta si farà'
E' da oltre 10 anni che il celebre progetto di Renato Zero sembra essere vicino alla realizzazione per poi venire rimandato. Ora, però, il Comune di Roma si farà carico dei costi di messa in opera. E’ stata inoltre individuata un’area, nella periferia di Roma, alla Magliana, che potrà ospitare la struttura, che occuperà uno spazio di 8500 metri quadrati e richiederà due anni e mezzo per essere realizzata.
Renato Zero, in compagnia del sindaco Walter Veltroni, si è presentato alla stampa oggi, a Roma, visibilmente soddisfatto. “Ringrazio soprattutto la mia caparbietà, la vittoria di oggi è di quel ragazzo della Montagnola, quel Renato Fiacchini che deve molto alla borgata... Dedico questo successo ai borgatari, ai coattoni”.
Fonopoli finora è stata un’associazione che ha favorito iniziative per l’inserimento dei giovani nel mondo dello spettacolo, e che ha promosso corsi di musica per bambini disabili. Tra due anni avrà una struttura fisica, ben definita, progettata dall’architetto Tommaso Valle, presente alla conferenza stampa. “All’inizio, nel ’90, Renato è venuto da me con un foglio, sul quale era disegnato uno schizzo: era la forma di un coccodrillo, e non mi piaceva affatto. La futura Fonopoli invece avrà una forma lineare, con un ampio ingresso, un teatro con piattaforme, un enorme traliccio con diverse scalinate, un anfiteatro, uno spazio da vivere dove il pubblico potrà girare da una parte all’altra e dove verranno pensate iniziative diverse nella stessa serata. Il tutto all’insegna della tecnologia. Alla fine di ogni concerto ci sarà la possibilità di avere il DVD e il CD di quello che si è appena visto", ha dichiarato l'architetto.
Cosa proporrà Fonopoli? A breve verranno fatti i nomi dei diversi direttori artistici che si occuperanno dei vari settori: dalla musica classica, alla prosa, dal balletto agli spettacoli. “Quello che mi piacerebbe è vedere un ragazzino di 16 anni che va al concerto di Ligabue e che dopo, magari, va a sentirne uno di Vivaldi", ha confessato Zero.
La prima fase di Fonopoli costerà 15 milioni di euro. A chi, provocatoriamente, ha chiesto al primo cittadino come mai, in questi tempi di magra, Roma volesse fare un regalo ad un cantante, il sindaco Veltroni ha risposto così: “Fonopoli è un capitale per la nostra città: è di proprietà del comune di Roma e sarà gestito da Renato Zero, visto che è un suo progetto. Non facciamo un regalo a nessuno, il regalo è ai ragazzi della periferia romana”.
Dall'archivio di Rockol - racconta "Zerovskij... solo per amore"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.