Rockol Awards 2021 - Vota!

Esce il libro 'La vendetta delle punk' di Vivien Goldman

Come recita il sottotitolo, 'una storia della musica femminista da Poly Styrene alle Pussy Riot'
Esce il libro 'La vendetta delle punk' di Vivien Goldman

Il prossimo 23 novembre esce il libro 'La vendetta delle punk' (Vololibero edizioni) della giornalista musicale britannica Vivien Goldman, pubblicato nella versione inglese nel 2019 con il titolo 'Revenge of the She-Punks: A Feminist Music History from Poly Styrene to Pussy Riot'.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ESvqGSSFoyKHbmGmqI0lyuzaZ7M=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cop-goldman-140x215-1.jpg

In 'La vendetta delle punk' la Goldman analizza quattro temi fondamentali: identità, denaro, amore e protesta, attraverso i quali approfondisce le ragioni per le quali il punk rappresenta per le donne una forma artistica così liberatoria. Con il suo stile viscerale mescola interviste e narrazione storica alle sue esperienze personali: essendo stata una delle prime donne giornaliste rock inglesi, si può considerare il libro alla stregua di un vivace documentario su un genere musicale che per definizione demolisce gli steccati. Goldman analizza una canzone di Patti Smith come "Free Money", per esempio, rievocando lo shopping a Notting Hill insieme alla cantante americana.

Grazie alla testimonianza diretta della figlia della defunta Poly Styrene, scopriamo le motivazioni che nel 1978 hanno spinto la madre, di discendenza somala e scozzese-irlandese, a scrivere un inno del punk come "Identity", caratterizzato da un ritornello che dice: “Identity is the crisis, can't you see?”. Nel suo libro, Goldman ci parla di musiciste originarie di luoghi lontani ma anche di eclettiche rivoluzionarie come Grace Jones, un’artista che pur non essendo esattamente punk ha senz’altro influenzato il movimento assorbendone l’audacia liberatoria. Questo libro è un tour musicale che partendo dalle origini europee del punk allarga il suo campo d’azione fino a raggiungere una vasta dimensione internazionale. Il tutto arricchito da accurate e ricche playlist.

Come dichiarato da Tina Weymouth bassista di Talking Heads e Tom Tom Club. "Vivien Goldman rievoca decenni di incontri personali con una lunga serie di musiciste femministe. Grazie a essi possiamo apprezzare i traguardi raggiunti da queste esuberanti ragazze punk e quelli che in futuro potranno raggiungere."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.