DMX, resa nota dal medico legale la causa della morte

La scomparsa del rapper è stata provocata da un infarto indotto da ‘un’acuta intossicazione da cocaina’
DMX, resa nota dal medico legale la causa della morte

Il medico legale della contea di Westchester ha reso noto l’esito degli esami condotti sul cadavere di DMX, il rapper di “Party Up” scomparso lo scorso 9 aprile all’età di cinquant’anni: a provocare la morte dell’artista, secondo quanto spiegato da un portavoce dell’ufficio del coroner a Vulture, è stato un infarto indotto da un’”acuta intossicazione da cocaina”. L’arresto cardiaco, secondo la ricostruzione delle autorità, avrebbe interrotto l’afflusso di sangue al cervello: nonostante le procedure di rianimazione messe in atto (con successo) dai primi soccorritori, Earl Simmons - questo il nome all’anagrafe del fu cantante e attore - sarebbe arrivato in ospedale in stato di significativa insufficienza polmonare e cerebrale che, nelle ore successive, avrebbe vanificato le cure del locale team di terapia intensiva.

“La morte cerebrale è stata pronunciata già nelle prima fasi, non si è mai svegliato dal coma”, ha riferito una fonte dell’ufficio di medicina legale al quale è stato affidato il caso dopo il decesso, avvenuto presso l’ospedale di White Plains, nello stato di New York.

Lo scorso 28 maggio è stato distribuito sui mercati “Exodus”, l’album - pubblicato postumo - al quale DMX stava lavorando prima della sua scomparsa: alle session di registrazione hanno preso parte in veste di ospiti, tra gli altri, Bono degli U2, Jay-Z, Alicia Keys, Snoop Dogg, Usher e Nas.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.