DDL Zan, anche Elodie contro il Vaticano: video

La cantante si espone su Instagram, dopo la notizia della richiesta della Santa Sede di bloccare il disegno di legge contro l'omotransfobia
DDL Zan, anche Elodie contro il Vaticano: video

"Oggi un ringraziamento speciale va ai miei genitori che non mi hanno battezzata, grazie": un breve video, una frase secca. Anche Elodie interviene a modo suo nel dibattito del giorno, quello che vede il Vaticano chiedere formalmente di bloccare il cosiddetto ddl Zan - il disegno di legge contro l’omotransfobia al momento fermo in Commissione Giustizia al Senato dopo l’approvazione alla Camera del novembre scorso, e su cui si discute ormai da tempo.
 

Elodie ha scelto una via molto più diretta, ma non meno efficace, rispetto al collega Fedez, che invece ha fatto una lunga riflessione nelle storie su Instagram.

Secondo quanto riportato oggi dal Corriere della Sera le autorità vaticane avrebbero esercitato, per la prima volta, una forma di richiesta formale prevista dal concordato con lo Stato italiano. Secondo la santa sede, alcuni passaggi del disegno di leggere ridurrebbe “la libertà garantita alla Chiesa Cattolica dall'articolo 2, commi 1 e 3 dell'accordo di revisione del Concordato”, che garantiscono “libertà di organizzazione, di pubblico esercizio di culto, di esercizio del magistero e del ministero episcopale” e assicurano “ai cattolici e alle loro associazioni e organizzazioni la piena libertà di riunione e di manifestazione del pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”.

Molto più aggressivo, Fedez: 

“E poi chi cazzo ha concordato il concordato?”, è tornato alla carica Fedez in una story su Instagram: “Non avevamo concordato, amici del Vaticano, che ci davate delle tasse arretrate sugli immobili, che la UE ha stimato in 5 miliardi o forse di più? Magari dateci quei soldi, ci servono per mandare avanti il paese, e poi venite a rompere le palle sulle leggi italiane. E comunque, cari amici del Vaticano, uno spoiler: siamo uno stato laico.

Fedez ha fatto dell'approvazione del DDL una sua batttaglia: ricorderete che allo scorso Concerto del Primo Maggio di Roma aveva generato una polemica  per avere attaccato in diretta politici che si oppongono all'approvazione e accusando la Rai di censura.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.