I Calibro 35 hanno fatto rappare un’intelligenza artificiale

La band ha pubblicato il nuovo ep “Post Momentum”: “È una riflessione sull’uomo e sulla macchina. Dalla tecnologia non si scappa”. L’intervista.
I Calibro 35 hanno fatto rappare un’intelligenza artificiale
Credits: Chiara Mirelli

A più di un anno dall’uscita di “Momentum”, ultimo album dei Calibro 35, la band formata da Massimo Martellotta, Enrico Gabrielli, Luca Cavina, Fabio Rondanini e Tommaso Colliva, torna finalmente a pubblicare musica, ripartendo proprio da dove tutto si era interrotto. Ecco da dove nasce “Post Momentum”, il nuovo ep, una versione che “guarda al futuro” fra canzoni inedite e nuove versioni di quelle precedenti. “Avevamo lavorato su ‘Momentum' con l’idea di realizzare una riflessione sulla contemporaneità della musica suonata nel mondo attuale, tutto era nato dalla voglia di mordere il presente dopo anni di riflessione e studio del passato - ricorda Cavina – ma la pandemia, in qualche modo, aveva lasciato qualche cosa di sospeso, interrompendo tutto sul più bello, praticamente all’inizio del tour. Per questo abbiamo ripreso in mano il progetto, arricchendolo. Anche il momento storico lo suggeriva: ‘Momentum' non parlava della sostituzione dell’uomo con la macchina, ma del rapporto e del confine fra essi. Il virus ci ha spinto verso un’automaticità, a un uso costante della tecnologia. Tutto può essere racchiuso in una frase, presente in questo nuovo capitolo: ‘io non credo che tra le macchine e l'uomo ci siano differenze’”.

Il primo singolo estratto da progetto è una versione alternativa di "Stan Lee", brano originariamente inciso con il rapper americano Illa J, questa volta arricchita da Ensi e Ghemon. “La sua storia è emblematica: Ensi e Ghemon erano stati nostri ospiti durante la data del tour del disco a inizio 2020 al Fabrique di Milano, prima che tutto cambiasse e rimanesse sospeso – ricorda Cavina – abbiamo ripreso il filo di quel racconto con riflessioni inedite, registrando questa speciale versione contenuta in questo nuovo capitolo discografico”. Le altre tracce dell’ep sono un vero viaggio: se "Digi-Tails" e "Stars & Stripes, Chirps & Bleeps" ci riportano alla dimensione live dei Calibro 35, in versione strumentale come abbiamo imparato a conoscerli nel corso degli anni, il trittico "Being a Robot is Awesome" e "Artificial Black Moon" vedono la partecipazione di un ospite dal mondo che verrà: Sophia, l'umanoide sviluppato da Hanson Robotics in grado di interagire autonomamente con tutto ciò che ha intorno, che ci ricorda come essere dei robot potrebbe rivelarsi la strategia migliore per sopravvivere.

L’abbiamo fatta interagire con noi con delle parti rappate – dice il musicista – è un cerchio che si chiude: in un disco sul rapporto fra uomo-macchina, abbiamo collaborato con un’intelligenza artificiale. Una musica automatizzata, ma con il supporto del suono prodotto da persone in carne e ossa. Noi, da sempre identificati come ‘quelli delle colonne sonore del passato’, dialoghiamo con il futuro". Ma quale è il messaggio finale? “Che dalla tecnologia non si scappa, gli algoritmi influenzano la nostra vita – sottolinea Cavona – è indubbiamente una visione un po’ pessimistica, ma io la penso così. Anche quando si crede di essere liberi non è detto sia così, non è detto che le nostre azioni siano figlie del libero arbitrio”. Intanto i Calibro sono tornati a fare concerti in giro per l’Italia. “Un clima fantastico – conclude – poteva sembrare scontato ricevere nuovamente affetto da parte del pubblico, ma non lo è mai”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.