Quella del disco di Bob Dylan restituito dopo 48 anni è la storia da leggere oggi

A raccontarla è stata la direttrice di una biblioteca di una cittadina dell'Ohio, sui social. Ha per protagonista una copia di "Self portrait", l'album che il cantautore pubblicò nel 1970.
Quella del disco di Bob Dylan restituito dopo 48 anni è la storia da leggere oggi

Quando lo ha preso in prestito aveva quattordici anni e faceva la terza media. Era il 1973 e il Bardo di Duluth aveva all'attivo già undici dischi. "Self portrait" era uscito tre anni prima: un doppio disco da ventiquattro pezzi lungo la bellezza di 73 minuti. Howard Simon, che studiava alla Wiley Middle School di University Heights, in Ohio, si recò presso la biblioteca della cittadina per prendere in prestito l'album. Che ha riconsegnato ora, dopo quarantotto lunghissimi anni.

A raccontare la storia di un prestito durato quasi cinquant'anni è la direttrice della biblioteca Sara Phillips, con un post pubblicato sui social. Negli scorsi giorni alla biblioteca è arrivato uno strano pacco da San Francisco e una volta aperto i bibliotecari si sono ritrovati di fronte la copertina di "Self portrait" e una lettera di scuse scritta proprio da Howard Simon, oggi 62enne con la passione per la musica, che la direttrice ha condiviso sui social:

"Da recente pensionato, colgo l'occasione per recuperare una delle tante cose che ho trascurato negli anni per stare dietro alla mia carriera e alla mia famiglia. Con questa lettera restituisco in ritardo un articolo (secondo i miei conti il ritardo è di circa 17.480 giorni) che presi in prestito dalla vostra biblioteca nella primavera del 1973, quando avevo 14 anni e frequentavo la terza media alla Wiley. Lo so, è tardi, e mi scuso per questo".

Il disco non era nelle migliori condizioni quando Simon lo prese in prestito, quarantotto anni fa, ma in tutti questi anni non si è ulteriormente rovinato:

"Il motivo è molto semplice: 'Self portrait' è tra gli album meno amati di Dylan. E la copia che presi in prestito dalla libreria ha trascorso la maggior parte di questi decenni sullo scaffale in mezzo alla mia collezione, tra il precedente 'Nashville skyline' e il successivo 'New morning', che erano e restano decisamente più ascoltabili".

Insieme al disco, Simon ha messo nella busta anche 175 dollari di risarcimento per il lunghissimo ritardo nella riconsegna e una copia di un suo disco, "Western Reserve", che la biblioteca inserirà nella collezione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.