Così parlò Tom Morello

Il musicista statunitense è uno che non le manda a dire
Così parlò Tom Morello

Chi ha iniziato ad ascoltare musica negli anni Novanta incappando - per così dire - in Tom Morello ha avuto una grande fortuna. Fino ad allora, infatti, da una parte c'era la chitarra rock con il suo pantheon e i suoi lari, e dell'altra tutto il resto. Il chitarrista dei Rage Against the Machine la rivoluzione l'ha fatta unendo i Led Zeppelin con i Public Enemy: detto oggi pare di una banalità sconcertante, ma all'epoca fu una svolta epocale, che spiazzò gran parte del pubblico.

Tom Morello non è il prototipo della rockstar tout-court, né dell'agitatore professionista: con un master in scienze politiche preso a Harvard e un distorsore sempre a portata di piede lo storico sodale di Zack de la Rocha è stato capace di abbattere muri e costruire ponti, sia musicalmente che in senso più lato.

Per festeggiare oggi il suo 57esimo compleanno, per evitare l'imbarazzo di scegliere i suoi riff migliori, tra Rage Against The Machine, Audioslave, Nightwatchman, Street Sweeper Social Club, Prophets of Rage, senza contare le collaborazioni di lusso con Bruce Springsteen e Linkin Park, saremmo stati costretti a compilare una playlist chilometrica. Abbiamo quindi scelto di proporvi, nelle pagine che seguono, una selezione di citazioni, nel tentativo di distillare il Morello-pensiero. E' materiale da maneggiare con cautela, ma prima ancora da comprendere, evitando interpretazioni superficiali che prescindano dal contesto: le rivoluzioni parlano alla pancia passando dalle orecchie, ma nascono sempre dal cervello.

"Puoi baciare il mio culo di fan dei Kiss perché i Kiss non sono mai stati un gruppo da critici musicali. Sono stati la band della gente"

"Una buona canzone deve farti battere il tempo col piede e farti divertire con la tua ragazza. Una grande canzone deve distruggere i poliziotti e incendiare le periferie. Io sono interessato solo a scrivere grandi canzoni"

"I cattivi presidenti in genere fanno produrre buona musica, e io ce la metterò tutta per farla"

"In America abbiamo la possibilità di scegliere. Solo che qualcuno può scegliere se girare in Lamborghini o in Rolls Royce, e altri in che discarica andare a cercare il prossimo pasto. Alcuni possono scegliere che case demolire o che fabbriche chiudere, e altri sotto quale ponte andranno a dormire stanotte"

"Questa inedita agenda razzista, estremista, protofascista che Donald Trump sta cercando di fare ingoiare all'America ha liberato la resistenza che lo rovescerà"

"Se dovessero sbarcare gli alieni e ci sfidassero a una battaglia tra band per decidere il destino dell'umanità, mi sentirei molto tranquillo se come nostri campioni schierassimo i primi Van Halen"

"Non credo che il Partito Democratico abbia nulla a che fare con la sinistra. Negli USA abbiamo due partiti politici: uno di destra e uno di centro-destra. E quest'ultimo è il Partito Democratico. Mi fanno ridere quelli che definiscono Barack Obama come un presidente socialista. Come musicista socialista, vi avviserò quando avremo un presidente socialista. Ora non ne abbiamo uno, e non ci siamo nemmeno vicini"

"Se volete fare rock duro, ragazzi, scrivete in Fa diesis"

"La musica più potente è quella con uno scopo"

"Ci sono un mucchio di fan di hard rock che sono stati erroneamente etichettati come apatici. Questa musica non è fatta per le caffetterie culturali delle elite di Soho. Il rock and roll è per i ragazzi in mezzo alla strada, e credo possa essere ancora più sovversiva quando riesce a veicolare messaggi incendiari in una forma molto popolare"

"Certo, la musica è una forma d'arte, non una competizione. Ma non ho mai preso in considerazione la possibilità di essere il miglior secondo gruppo della serata, su qualsiasi palco"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.