Caparezza non vuole più considerarsi Caparezza. La videointervista.

L'artista pugliese spiega a Rockol come è nato il suo nuovo album "Exuvia" e perché è stato necessario fare i conti con il passato.
Caparezza non vuole più considerarsi Caparezza. La videointervista.

Caparezza, dopo essere uscito dal guscio in cui era intrappolato, si è ritrovato in mezzo a una selva. È da lì che racconta “Exuvia”, il suo ultimo album, ascoltabile da venerdì 7 maggio. Un’opera complessa, ricca di riferimenti, di auto analisi e contenuti (leggi qui). "Quando osservo i miei video, quando ascolto le mie canzoni, quando rileggo i miei testi penso sempre che non mi appartengano più, come un'exuvia", dice l’artista. Il disco celebra il rito di passaggio, la personale trasformazione del rapper e cantautore, la sua nuova pelle, il viaggio dal passato al presente per riannodare i fili e assolversi. Ne ha parlato con Rockol in questa intervista video. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.