Musicultura 2021, chiuse le audizioni

Oltre mezzo milione di persone hanno seguito sui social le dieci serate di musica dal vivo al Teatro Lauro Rossi di Macerata
Musicultura 2021, chiuse le audizioni

Si sono chiuse nella serata di ieri, lunedì 29 marzo, le audizioni per ventiduesima edizione di Musicultura, la rassegna dedicata alla canzone d’autore le cui serate finali avranno luogo tra i prossimi 17 e 19 giugno presso la storica location dello Sferisterio di Macerata.

“Abbiamo dimostrato che suonare dal vivo in zona rossa è possibile”, ha commentato Ezio Nannipieri, Direttore Artistico di Musicultura: “Siamo felici per la levatura artistico-espressiva delle proposte, per la qualità dello streaming, degna delle canzoni e degli artisti in concorso, e per la vasta platea digitale raggiunta. Ma la cosa per me più toccante in queste Audizioni è stato percepire le emozioni e i sentimenti nel petto degli artisti e dei tecnici che tornavano ad appropriarsi di gesti che non eseguivano da troppo tempo”.

Come rivelato dagli organizzatori della manifestazione, un totale di oltre mezzo milione di spettatori ha seguito in streaming le dieci serate di esibizioni dal vivo, tenutesi sotto stretta osservanza di tutte le procedure anti-contagio. Tra gli ospiti intervenuti nel corso delle audizioni si sono segnalati i La Rappresentante di Lista e Margherita Vicario, l’attrice Giulia Grandinetti, il poeta filastrocchiere Bruno Tognolini, John Vignola, Duccio Pasqua e Marcella Sullo di Rai Radio 1, il poeta americano Ron Padgett e, tra i membri del Comitato di Garanzia di Musicultura, Antonio Rezza, Diego Bianchi alias Zoro ed Enrico Ruggeri, quest’ultimo anche conduttore della scorsa edizione.

Nel corso delle serate il pubblico ha potuto votare ogni sera  la proposta artistica preferita ed assegnare la Targa Banca Macerata, un riconoscimento ufficiale del Festival, non valido ai fini del proseguimento del Concorso, ma che rappresenta un ambito premio per i giovani artisti che partecipano alle Audizioni Live. I dieci concorrenti  premiati dal pubblico sono Luk (Napoli), Henna (Sondrio/Milano), Gaia Gentile (Bari), Miglio (Brescia/Bologna), Assurditè (Milano), Dealer (Domodossola), Queen Of Saba (Venezia), Buva (Cerignola, FG), Ziliani (Trento) e  Francesca Sarasso (Vercelli).

Nelle prossime settimane, Musicultura  designerà i nomi dei 16 artisti che proseguiranno l’iter del concorso. I finalisti verranno presentati in un concerto live al Teatro Persiani di Recanati. Le loro canzoni saranno prese in consegna e promosse da Rai Radio 1, la radio ufficiale del Festival. Otto saranno i vincitori finali di Musicultura 2021, due eletti dal pubblico dei social, i rimanenti sei scelti dal prestigioso Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura. Il vincitore assoluto del concorso verrà nominato in occasione delle serate finali del concorso, in programma a Macerata tra i prossimi 14 e 19 giugno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.