Angus Young parla della morte di Bon Scott

Il chitarrista degli AC/DC ritorna con il ricordo al febbraio del 1980.
Angus Young parla della morte di Bon Scott

Il chitarrista degli AC/DC Angus Young, intervistato da Zane Lowe su Essentials Radio di Apple Music, ha ricordato come affrontò la morte e la perdita del compagno di band e cantante Bon Scott.

Parlando di come gli AC/DC siano stati colpiti dalla morte prematura di Bon Scott nel febbraio 1980, Angus Young ha detto: "Fu uno shock, perché pensi sempre che le persone intorno a te siano giovani, hai quella cosa.

 sei quasi senza paura e un po'. non so cosa sia, quando sei giovane non pensi di morire. E quindi fu una specie di shock per tutti noi e ci colpì tutti in modi diversi. Ma l'unico elemento che ci ha tenuto insieme per me probabilmente è stato Malcolm (il fratello di Angus scomparso nel novembre 2017, ndr), perché dopo poche settimane mi chiamò e mi disse, 'Cosa stai facendo?' Io risposi, 'Mi sto deprimendo, Mal'. Allora lui disse, 'Ascolta, perché noi due non torniamo a fare quello che stavamo facendo prima?'. Eravamo stati in una sala prove. È strano, la sala prove è stato uno degli ultimi posti in cui avevamo visto Bon. Disse ancora, 'Perché noi due non torniamo a quello, lavoriamo sulle canzoni e le idee, ci sediamo e lo facciamo?' Pensai, 'Ok, ci proverò'. Questo è quello che abbiamo fatto noi due e che ci ha fatto andare avanti, perché lui disse, 'Non penseremo a niente. Lo faremo e basta. Non penseremo a cosa faremo. (.) Spegniamo tutto e ci concentriamo, concentriamoci su queste idee per le canzoni' Ed è quello che abbiamo fatto.".

Bon Scott fu il frontman nei primi sei album in studio degli AC/DC. Il 33enne cantante scozzese morì per avvelenamento da alcol dopo una notte di pesanti bevute in un club di Londra, pochi giorni dopo aver partecipato a una seduta in studio di registrazione insieme a Malcolm e Angus Young dove iniziarono a lavorare sulla musica di quello che poi diventò "Back In Black" (leggi qui la recensione). Secondo il sito web AC/DC FAQ, Bon e un suo amico, un musicista di nome Alisdair Kinnear, avevano bevuto la sera del 19 febbraio 1980 e Bon apparentemente si era addormentato durante il viaggio verso casa. Kinnear non svegliò Bon e lo lasciò in macchina a dormire. Kinnear si svegliò la sera del 20 febbraio, controllò Bon e lo trovò nell'automobile privo di sensi. Non si riuscì a rianimarlo e venne dichiarato morto.

Qualche tempo fa Angus Young parlando con The Pulse Of Radio disse che la band quasi non riuscì a superare la morte di Scott. "Bon era grande... Era un frontman a tutto tondo, in più era un personaggio fantastico. Voglio dire, ha vissuto quella vita rock 'n' roll."

In un'intervista del 2010, Angus aveva avuto modo di parlare di Bon Scott: "Penso che sia solo qualcosa che fa parte di te stesso. È come se avessi perso qualcuno vicino a te, nella tua famiglia o un amico molto vicino. Hai sempre avuto la sensazione che siano lì ma, suppongo, ti mancano in senso fisico. Ci sono sempre ricordi che continuano a tornare e non importa quale sia la situazione. Puoi viaggiare, puoi rilassarti da qualche parte, andare a suonare o stare in studio, c'è sempre qualcosa che te lo ricorda".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.