Morgan ‘perdonato’ dal direttore di Rai 1

Stefano Coletta interviene sul caso che negli ultimi giorni ha avuto per protagonista il già leader dei Bluvertigo: ‘Gli voglio, spero ci sia modo di fare altre cose insieme’
Morgan ‘perdonato’ dal direttore di Rai 1

Nonostante l’aspra polemica (a questo, questo, questo e questo indirizzo le tappe più importanti) che l’ha visto contrapposto ad Amadeus e - più in generale - a tutto lo staff della RAI in seguito alla sua esclusione dal prossimo Festival di Sanremo, Morgan in futuro potrebbe ancora essere chiamato a collaborare con le emittenti del servizio pubblico: a chiarirlo, in un’intervista rilasciata a Renato Franco per il Corriere della Sera, è il direttore di Rai Uno Stefano Coletta. Parlando del cantautore monzese il dirigente della rete ammiraglia che storicamente ospita le dirette del Festival della Canzone Italiana ha spiegato:

“[Morgan] Lo conosco dai tempi di Rai3, penso che abbia una sensibilità che supera ogni visione banale della vita, ma fa anche rima con un maledettismo che non è solo provocatorio. Ovviamente ho condiviso la scelta di escluderlo da Sanremo Giovani fatta da Amadeus perché ha superato il codice di rispetto. Ma gli voglio bene e penso che viva il lavoro come una famiglia di cui ha bisogno: spero ci sia modo di fare altre cose insieme”.

Sulla prossima edizione del concorso canoro, buona parte dei dettagli organizzativi della quale sono - e resteranno fino a poco prima della partenza - in subordine all’andamento dell’emergenza sanitaria da Covid-19, Coletta ha dichiarato:

“Faremo in modo che sia dal 2 al 6 marzo nella maggiore normalità possibile, con il pubblico tamponato, le giuste distanze, le vaccinazioni avviate. Non è parametrabile invece il fuori Ariston, lì stiamo discutendo con il Comune di Sanremo per capire come organizzarci”

Coletta si è anche detto d’accordo con Amadeus nel cercare di non far durare eccessivamente le serate della manifestazione: “Non sono due canzoni - da 24 nel 2019 a 26 in gara quest’anno - a fare la differenza, il Festival sarà più essenziale sugli ospiti e sull’intrattenimento. Magari ce la facciamo a essere un po’ più brevi”.

Dal canto suo Morgan ha deciso di presentare al pubblico le cinque canzoni presentate - ma non accettate dalla direzione artistica - per entrare a far parte degli artisti in lizza al prossimo Festival della Canzone Italiana. Dopo aver reso disponibile in streaming gratuito il primo brano - "Il senso delle cose", leggi qui la recensione di Rockol - l'autore e polistrumentista pubblicherà le altre composizioni seguendo uno schema di donazioni concordato con la propria fan base: per "sbloccare" le altre quattro canzoni presentate il pubblico dovrà accumulare sul conto corrente indicato dall'artista 5000 euro in donazioni, per un totale di 20mila euro per tutte e cinque i brani.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.